RCS, utile a 38,4 milioni di euro nel primo semestre. Pubblicità in calo a 198 milioni

Diminuiscono di 28 milioni i ricavi complessivi, ma cresce la componente dell’online. In Spagna l’advertising digitale supera il 50% della raccolta totale

di Andrea Di Domenico
31 luglio 2019
urbano-cairo-corsera
Urbano Cairo

Utile netto a 38,4 milioni e indebitamento in calo di 10,1 milioni nel primo semestre dell’anno per Gruppo Rcs, che sul fronte pubblicitario contiene le perdite a poco più di 8 milioni complessivi rispetto ai primi 6 mesi del 2018 fa e vede l’online crescere del 3,7%.

Il gruppo del Corriere della Sera “in un contesto ancora caratterizzato da incertezza, con il mercato pubblicitario in Italia e Spagna che ha registrato un andamento inferiore rispetto alle aspettative – scrive in una nota Consiglio di Amministrazione riunito sotto la presidenza di Urbano Cairo – ha continuato a generare margini e flussi di cassa fortemente positivi e conseguito i propri obiettivi di riduzione progressiva dell’indebitamento finanziario”.

I ricavi netti consolidati di Gruppo al 30 giugno 2019 si attestano a 475,5 milioni, in decremento di 28,1 milioni rispetto al 30 giugno 2018. La variazione è riconducibile al calo dei ricavi editoriali per 12,7 milioni, a quello dei ricavi pubblicitari per 8,2 milioni e a una riduzione dei ricavi diversi per 7,2 milioni rispetto al pari periodo 2018.

I ricavi digitali, che ammontano a circa 80,1 milioni, segnano una crescita di circa il 4% rispetto al pari periodo del 2018, con una percentuale di incidenza sui ricavi complessivi del 16,8%. Continua lo sviluppo della customer base totale attiva per il Corriere della Sera (digital edition, membership e m-site), che è risultata pari a 143 mila abbonati in crescita del 14% rispetto al pari data 2018.

I ricavi pubblicitari del primo semestre ammontano a 197,9 milioni rispetto ai 206,1 milioni del pari periodo 2018. La flessione è riconducibile principalmente a Unidad Editorial (-6,4 milioni), a Quotidiani Italia (-4,8 milioni), e a Periodici Italia (-1,6 milioni).

In controtendenza c’è raccolta pubblicitaria sui mezzi on-line, che complessivamente si attesta a 61,8 milioni di euro, in crescita di circa il 3,7% rispetto al pari dato del primo semestre 2018. Particolarmente dinamico in questo senso è il mercato spagnolo: nel Paese iberico la raccolta pubblicitaria sui mezzi on-line ha raggiunto un peso pari al 50,5% circa del totale dei ricavi pubblicitari netti ed evidenzia una crescita del 6,8% rispetto al primo semestre 2018.

I ricavi editoriali sono pari a 199,8 milioni e si confrontano con ricavi editoriali dei primi sei mesi del 2018 pari a 212,5 milioni, un risultato attribuibile “al calo delle vendite dei prodotti collaterali (-4,7 milioni in Italia e -0,8 milioni in Spagna rispetto al primo semestre 2018) ed al calo delle diffusioni in Italia e Spagna”, nonostante risultati in edicola migliori rispetto alle medie di mercato.

In considerazione delle azioni già messe in atto e di quelle previste e in corso di definizione “per il mantenimento e lo sviluppo dei ricavi così come per il continuo perseguimento dell’efficienza operativa”, il Gruppo RCS “ritiene che sia possibile confermare l’obiettivo di conseguire anche nel secondo semestre 2019 un’ulteriore significativa riduzione dell’Indebitamento Finanziario Netto e livelli di marginalità sostanzialmente in linea con quelli realizzati nel 2018“.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.