Rcs, nel primo semestre perdita a 70 mln. I ricavi digitali crescono dell’8,8%

A livello pubblicitario tengono i ricavi, pari a 250,8 milioni di euro. Ferruccio De Bortoli lascerà la direzione del Corriere della Sera

di Lorenzo Mosciatti
01 agosto 2014
A livello pubblicitario tengono i ricavi, pari a 250,8 milioni di euro. Ferruccio De Bortoli lascerà la direzione del Corriere della Sera

La relativa stabilizzazione della situazione economica e i piani di contenimento dei costi hanno permettono a RCS MediaGroup di registrare conti migliori rispetto allo scorso anno, anche se in via Rizzoli non si può ancora parlare di crescita.

Nel primo semestre, si legge in una nota diramata dal gruppo editoriale, il gruppo ha registrato perdite per 70 milioni, rispetto ai 125,4 milioni dello stesso periodo del 2013. I ricavi consolidati sono pari a 611,1 milioni (647,5 milioni un anno fa), nell’ambito dei quali aumenta l’incidenza dell’online: i ricavi da attività digitali sono cresciuti dell’8,8% arrivando a 79,5 milioni di euro, pari al 13% dei ricavi complessivi di gruppo.

A livello pubblicitario tengono i ricavi, pari a 250,8 milioni di euro rispetto ai 251,3 milioni nel primo semestre 2013, principalmente grazie alla crescita delle entrate realizzate con editori terzi (+19,6 milioni) e dei ricavi legati ad eventi e manifetazioni sportive (+1 milione).

Per l’intero 2014, Rcs prevede ”un risultato netto ancora negativo sebbene in miglioramento rispetto a quanto registrato nel 2013”. Nell’intero anno i ricavi nei media, e in particolare nel comparto stampa, saranno infatti stabili e non in lieve crescita come stimato in precedenza, mentre la società conferma, in assenza di un’ulteriore calo dei ricavi pubblicitari, l’obiettivo di triplicare l’Ebitda ante oneri non ricorrenti anche grazie a efficienze per oltre 70 milioni, superiori al target annuo di 50/60 milioni.

Intanto, è stato reso noto che Ferruccio De Bortoli lascerà la direzione del Corriere della Sera la prossima primavera, dopo 12 anni complessivi di lavoro. L’accordo è stato approvato nell’abito dello stesso Cda di Rcs convocato per i conti del semestre, che ha chiesto a De Bortoli di rimanere alla guida del Corriere fino all’ assemblea della prossima primavera e di ”partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore”, ha fatto sapere la società in una nota. Il Cda di Rcs MediaGroup ”ha approvato l’accordo con il dottor Ferruccio de Bortoli per la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera, con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla Società ed al Gruppo, nel quale entrò alla fine del 1973”. L’azienda, inoltre, ha chiesto al direttore “di rimanere alla guida del Corriere fino alla prossima assemblea ordinaria della società che approverà il bilancio 2014 (primavera del 2015), al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali. L’azienda ha inoltre invitato il dottor de Bortoli a partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore, in supporto al comitato nomine della società, e il dottor de Bortoli ha accolto la proposta dell’azienda”.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.