Poligrafici Editoriale: ricavi 2015 in calo del 4,2%, raccolta a -4,9%

La pubblicità sui quotidiani cartacei registra una contrazione del 7,6%, quella sui siti web un calo del 1,6%. Trattative in corso tra SpeeD e Opq

di Caterina Varpi
24 marzo 2016
Andrea-Riffeser-Monti
Andrea Riffeser Monti

Poligrafici Editoriale chiude il 2015 con ricavi netti consolidati pari a 162,4 milioni euro, in calo del 4,2% a perimetro omogeneo. Il risultato economico del gruppo, al netto delle imposte, registra una perdita di 2,5 milioni contro un utile di 2,3 milioni del 2014. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2015 è pari a 51,7 milioni (52,5 milioni al 31 dicembre 2014), mentre il margine operativo lordo è positivo per 12,8 rispetto ai 27,1 milioni del 2014.

I ricavi per la vendita di quotidiani e riviste sono pari a 85 milioni (-3,2% rispetto agli 87,8 milioni del 2014). L’incremento del prezzo di vendita di 0,10 euro per tutti i quotidiani éditi, dal 1° agosto 2015, ha parzialmente attenuato l’effetto economico dovuto al calo della diffusione negli ultimi mesi dell’anno. Nel settore Internet il brand Quotidiano.net si conferma al 5° posto nel segmento Current events & Global news con 4,2 milioni di browser unici e 41 milioni di pagine viste (dati Audiweb – media mensile 2015).

ricavi pubblicitari ammontano a 59,7 milioni (-4,9% rispetto ai 62,8 milioni nel precedente esercizio) di cui 50,3 milioni relativi alle testate cartacee édite dalla Poligrafici Editoriale S.p.A. e 5,3 milioni relativi alla raccolta pubblicitaria on line dei siti riconducibili a Quotidiano.net. La raccolta pubblicitaria sui quotidiani cartacei éditi dal gruppo registra una contrazione del 7,6%, mentre l’andamento della raccolta pubblicitaria sui siti internet evidenzia un calo del 1,6% rispetto all’esercizio precedente.

Trattative tra SpeeD e Opq per il “pacchetto Lombardia”

Il vice presidente ed amministratore delegato del Gruppo Andrea Riffeser Monti ha poi annunciato una partnership tra SpeeD e Opq: «Considero un ottimo risultato quello che emerge da questo bilancio consolidato, specie se confrontato con i valori registrati dagli altri Gruppi editoriali quotati, in quanto l’incidenza del mol sui ricavi, pari al 8,3%, rappresenta la migliore percentuale del settore editoriale nazionale».

«In quest’ottica mi fa piacere annunciare le trattative in corso per addivenire ad un accordo tra la SpeeD e la concessionaria Opq, Organizzazione Pubblicità Quotidiani Srl, che considero un prezioso partner per sviluppare quelle sinergie di cui sono sempre stato sostenitore, indispensabili per affrontare l’evoluzione del nostro settore. Da oggi, SpeeD e Opq uniranno le proprie forze per ottimizzare la propria leadership sul mercato. Le due concessionarie, infatti, sono già al lavoro per realizzare un ‘pacchetto Lombardia’, con lo scopo di offrire alla propria clientela l’ottimizzazione della copertura del territorio, e per la realizzazione di iniziative speciali e allegati fuori foliazione condivisi. Questo accordo rientra nel progetto di riorganizzazione della struttura di SpeeD, la nostra concessionaria di pubblicità, che stiamo concretizzando per concentrarci sempre di più sulle grandi città, Milano, Bologna e Firenze, con l’obiettivo di incrementare considerevolmente la raccolta pubblicitaria su queste piazze strategiche».

Inoltre, sul fronte editoriale, dopo il lancio del settimanale dedicato all’economia QN Economia & Lavoro, il 23 aprile debutterà in edicola Il Piacere della lettura, un nuovo settimanale ideato da Bruno Vespa e Andrea Cangini, curato da Pier Paolo Ciuffi.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.