News 3.0 rilancia Lettera43, aumenta i ricavi e raggiunge per la prima volta il break even

L’editrice controllata da Sator si avvia a chiudere l’anno con un volume d’affari di oltre 2 milioni. Nel 2017 il restyling di LetteraDonna e il debutto di FreeJourn

di Lorenzo Mosciatti
21 novembre 2016
lettera43

News 3.0 manda online il nuovo Lettera43, annuncia il rilancio di LetteraDonna e raggiunge per la prima volta nella sua storia il break even nell’area dell’informazione digitale in un anno, il 2016, segnato da una crescita del volume d’affari.

madron-paolo
Paolo Madron

L’editrice controllata all’80% dal gruppo Sator ha rilasciato oggi la nuova release di Lettera 43, il quotidiano online lanciato nell’ottobre del 2010. A sei anni di distanza la testata ha modificato grafica, impaginazione, font e anche il logo della testata, «un tabù che sino a oggi non avevamo mai pensato di infrangere», spiega Paolo Madron, fondatore e direttore della testata (nonché socio di News 3.0 con circa il 10% delle quote).

Con il restyling, prosegue Madron, «abbiamo cercato di rispondere ai rilievi critici che venivano mossi alla vecchia configurazione, e, in particolare, all’eccessiva quantità di contenuti pubblicati sul sito. Un’abbondanza che creava spaesamento e tendeva a non valorizzare le notizie più importanti». Il rinnovamento tecnologico della piattaforma, di cui si è occupato Vita-K Group, la divisione di Vita Editoriale che ne curerà anche il funzionamento, «permetterà ora di dare al lettore la chiara percezione di cosa è importante e cosa meno. Lettera 43 non è infatti né un blog, né aggregatore, ma un quotidiano che ha l’ambizione di unire la cronaca al suo approfondimento proponendo inchieste e insight su politica, economia e finanza».

Il restyling ha comportato anche alcune novità sul fronte pubblicitario, rese possibile anche dal miglioramento della fruibilità del sito, soprattutto sulle piattaforme mobile. «L’80% del nostro traffico proviene oggi da desktop, una percentuale molto al di sopra rispetto alla media del mercato», spiega Mario Marzullo, ‎Marketing Manager di News 3.0. Lettera 43 può contare oggi su circa 160.000 utenti unici al giorno secondo i dati Google Analytics ma la speranza dell’editore è di aumentare ora la readership, soprattutto grazie ad aumento della penetrazione sul mobile, in particolare attraverso i social. «La lettura di Lettera 43 è divenuta ora meno macchinosa, soprattutto per quanto riguarda le immagini e i video. Nel suo nuovo formato, invece, il portale è completamente responsive e non più statico».

Sul fronte dei formati, gestiti da WebSystem 24, la concessionaria del Gruppo 24 Ore, rimane confermata la struttura che verte su leaderboard, skin e masthead. «Nella home abbiamo inoltre aggiunto un secondo formato leaderboard subito sotto il primo blocco di lanci. Nelle pagine internet, invece, al fine di favorire la viewability, abbiamo deciso di portare da due ad uno i banner disponibili, inserendo però un annuncio che segue la lettura dell’articolo per due-tre scroll». Rimane confermata quindi l’offerta native, dove Lettera 43 può contare sulla collaborazione con Ligatus e Outbrain.

Un fatturato di oltre 2 milioni di euro

News 3.0 si avvia intanto a chiudere l’anno con un fatturato di oltre 2 milioni di euro, di cui quasi 1,5 milioni garantiti dall’area digitale della società (Lettera 43, LetteraDonna, SexTelling, oltre ai lavori per terzi effettuati a titolo di service). «Per la prima volta nella storia di News 3.0 quest’area raggiunge il break-even con un risultato in utile», sottolinea Marzullo, mentre i prodotti cartacei, il settimanale Pagina 99 e il bimestrale Rivista Undici, sono ancora in perdita. «Questo risultato ci permette di guardare con maggiore serenità al futuro e di continuare ad investire per crescere ancora».

Nei primi mesi del 2017 andrà in rete il restyling del portale LetteraDonna, sempre gestito da Vita-K-Group (la concessionaria in questo caso è Hearst Pubblicità), mentre per giugno è atteso il debutto di FreeJourn, la piattaforma collaborativa per giornalisti e video-foto reporter che ha ottenuto il finanziamento dal primo bando della Digital News Initiative di Google .

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.