Mondadori, ricavi e utile in calo nel 2018. Pubblicità digitale in crescita +8%

Il gruppo editoriale di Segrate prevede per fine 2019 ricavi in leggera contrazione e un risultato netto in significativo miglioramento a 30-35 milioni di euro

di Lorenzo Mosciatti
14 marzo 2019
mondadori

Mondadori ha registrato nel 2018 una perdita contabile di 177 milioni di euro rispetto al dato positivo di 30 milioni del 2017. A pesare sul risultato è stata la svalutazione delle attività di Mondadori France in vendita al gruppo Reworld Media. Senza considerare questa operazione, l’utile sarebbe stato di 20 milioni, comunque in diminuzione rispetto ai 27,2 milioni dell’esercizio precedente, a causa dei “maggiori oneri di ristrutturazione” sostenuti dal gruppo.

I ricavi netti consolidati della attività in continuità sono a quota 891 milioni, in calo dell’8,1%% rispetto al 2017 e ”in linea con le attese”, afferma il gruppo editoriale di Segrate. Nel quarto trimestre del 2018 i ricavi netti si sono attestati a 233 milioni di euro, in contrazione dell’11,4% rispetto al corrispondente periodo del 2017. Nel 2018 la posizione finanziaria netta è risultata in miglioramento di circa il 22% a -147 milioni rispetto ai -189 precedenti.

Guardando all’esercizio in corso, il gruppo prevede ricavi in leggera contrazione, un margine operativo lordo adjusted in crescita ad una cifra, un risultato netto in significativo miglioramento (atteso a 30-35 milioni di euro) e una generazione di cassa ordinaria intorno ai 45 milioni di euro, “creando condizioni sostenibili per un possibile futuro ritorno al dividendo”. L’editrice “proseguirà il percorso di riposizionamento strategico e ulteriore focalizzazione sui core business più redditizi, in particolare consolidando la leadership nell’area Libri, perfezionando la cessione di Mondadori France e individuando nuove aree di sviluppo”.

Analizzando le diverse aree di business, Gruppo Mondadori conferma nei Libri la posizione di leader di mercato con una quota del 27,4% e 4 titoli nella classifica dei 10 libri più venduti nell’anno. Nel 2018 i ricavi dell’area si sono attestati a 450,4 milioni di euro, in calo del 6,7% rispetto ai 483 milioni di euro dell’esercizio precedente.

mondadori

L’area Periodici Italia ha registrato ricavi complessivi per 287 milioni di euro, in calo del 12% rispetto ai 326,1 milioni del 2017. A parità di perimetro, senza considerare le cessioni di Inthera e del settimanale Panorama, la contrazione si attesterebbe al 9,1%. In particolare, i ricavi diffusionali risultano in calo del 11,1%, quelli pubblicitari di circa il 5%. La pubblicità sul cartaceo è in flessione del 10% circa (a parità di perimetro l’andamento è allineato al trend di mercato, -9%), mentre il digital advertising ha conseguito una crescita dell’8% circa, per la positiva performance della raccolta sui segmenti food e wellness&beauty. L’incidenza della raccolta pubblicitaria lorda digitale si attesta così al 32% del totale rispetto al 27% dell’esercizio precedente. I ricavi dei prodotti collaterali sono in significativa contrazione (-21% circa).

Nel mercato Retail la società guidata dall’a.d. Ernesto Mauri ha registrato ricavi pari a 191,8 milioni di euro, in riduzione del 3,4%. Mondadori France ha registrato infine ricavi pari a 305,6 milioni di euro, in flessione del 7,5% rispetto ai 330,4 milioni di euro del 2017.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.