Memento Francis Lefebvre e Giuffrè Editore si uniscono in Giuffrè Francis Lefebvre

Il gruppo francese Editions Lefebvre Sarrut riorganizza le sue attività in Italia dopo le ultime operazioni di mercato

di Lorenzo Mosciatti
02 luglio 2018
Giuseppe-DeGregori-Direttor
Giuseppe De Gregori

Il gruppo francese Editions Lefebvre Sarrut riorganizza le sue attività in Italia dopo aver acquisito lo scorso novembre Giuffrè Editore e dopo aver sciolto la joint venture costituita con Ipsoa.

E’ stata infatti perfezionata la fusione per incorporazione di Memento Francis Lefebvre in Giuffrè Editore, ovvero delle società attraverso cui il gruppo francese operava sul mercato italiano. A seguito dell’operazione straordinaria, che coinvolge anche Infogiuridica e Giuffrè Informatica, le due realtà controllate al 100% da Giuffrè Editore, quest’ultimo cambia la sua ragione sociale e diventa Giuffrè Francis Lefebvre.

La fusione tra Memento e Giuffrè è dunque la diretta conseguenza dell’ingresso, nel novembre 2017, di Giuffrè Editore nel Gruppo Editions Lefebvre Sarrut. Nello stesso mese nasceva Memento Francis Lefebvre a seguito dello scioglimento della joint venture che Gruppo Editions Lefebvre Sarrut aveva costituito con Ipsoa nel 1991 per sviluppare anche in Italia il proprio approccio all’aggiornamento professionale degli esperti fiscali e tributari “Memento Pratico”.

Giuffrè Francis Lefebvre può contare su un fatturato a livello aggregato di circa 60 milioni di euro nel 2017 e occupa 220 dipendenti che lavorano nelle sedi di Milano, Roma e Macerata. Grazie all’operazione, la società fonde così la storica leadership di Giuffrè Editore nell’editoria giuridica con la consolidata presenza e penetrazione di Memento e dei suoi prodotti nell’area fiscale.

A seguito della fusione, Giuffrè Francis Lefebvre si è organizzata in due divisioni operative, Editoria e Formazione. La prima integra la produzione cartacea annua con sistemi informativi e strumenti digitali dedicati a professionisti legali, fiscali e consulenti del lavoro (portali tematici e banche dati, tra le quali DeJure, software gestionali, per il deposito telematico e per gli adempimenti comunitari come la privacy e la fatturazione elettronica). La seconda organizza corsi in aula e online accreditati dal Consiglio Nazionale Forense e dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti.

Obiettivo del piano industriale della nuova società è consolidare la leadership nei mercati storici, legale, fiscale e dei consulenti del lavoro, sviluppare l’offerta dedicata ai notai e ai magistrati ed entrare anche nel mercato delle imprese, con soluzioni dedicate in prima battuta ai manager delle aree risorse umane, amministrazione e finanza.

“Questa fusione nasce dalla volontà di affiancare in maniera sempre più puntuale ed efficiente i professionisti in ogni fase del loro lavoro. Proseguiamo sulla strada dell’innovazione digitale e svilupperemo ulteriormente l’offerta con nuovi servizi e soluzioni integrate valorizzando i punti di forza e gli elementi che distinguono, in ambiti complementari, le eccellenze di Giuffrè e Memento”, spiega Giuseppe De Gregori, dal marzo del 2018 alla guida di Giuffrè Editore con la carica di direttore generale al posto di Antonio Giuffrè, passato al Gruppo 24 Ore a capo della Direzione Mercato Professionisti.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.