Liberoquotidiano.it è più social e partecipativo: online la nuova release

Da oggi è live il restyling del sito del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, con un’interfaccia grafica più moderna e un approccio innovativo verso le notizie. Realizzata anche un’app

di Rosa Guerrieri
26 febbraio 2014
maurizio belpietro
Maurizio Belpietro

Liberoquotidiano.it si rinnova, cambia faccia per stare al passo con l’aggiornamento continuo delle notizie e del web. Da oggi è infatti online il nuovo Liberoquotidiano.it con una rinnovata e più moderna interfaccia grafica e con il preciso intento di dare un approccio innovativo verso le notizie.

Le possibili visualizzazioni del nuovo quotidiano diventano due. Resta quella classica, che mostra le notizie elencate una dopo l’altra – con un ordine di importanza deciso dalla redazione – a cui si affianca la visualizzazione a pagina intera, dove ogni notizia si ritaglia il suo spazio e può essere sfogliata, come in un giornale cartaceo.

Altra importante novità è che i lettori diventano ora cronisti. «Oggi tutti hanno a disposizione strumenti digitali – afferma il direttore Maurizio Belpietro – e per questo ognuno dei notri lettori può potenzialmente diventare un reporter. Otteniamo sempre grandi risposte dai sondaggi, dalle lettere e dai commenti; c’è un enorme coinvolgimento del pubblico e da qui è nata l’idea». L’idea di un rinnovamento completo, che mette il lettore non più in un ruolo passivo di semplice spettatore, ma gli permette di partecipare attivamente all’elaborazione delle notizie. Tramite una nuova app per smartphone, ogni utente iscritto a Liberoquotidiano.it può inviare alla redazione articoli, foto e video per testimoniare un evento a cui ha assistito. Per un coinvolgimento dei lettori a 360 gradi.

L’homepage del nuovo Liberoquotidiano.it

Il sito diventa quindi più veloce e più social e si trasforma in un portale che mette al centro la notizia in tutte le sue forme. Anche in musica: un nuovo accordo con il gruppo Finelco porta infatti nel sito anche Radio Monte Carlo, Radio 105 e Virgin Radio, trasmesse in streaming per creare una sezione musicale che prima non c’era. Migliorata inoltre la sezione di Libero TV, che già nelle ultime settimane si è ingrandita e ha guadagnato contributi dei collaboratori, come quello del vicedirettore Franco Bechis che con la sua rubrica “L’abitacolo” ha creato un appuntamento fisso con i lettori.

La raccolta è gestita dalla concessionaria WebSystem.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.