iOL Advertising brilla sul mobile con Upday: «E’ la app di news più letta in Italia»

La app nata dalla collaborazione tra Samsung e Axel Springer ha 3.5 milioni di utenti ogni mese ed è un ambiente brand safe al 99%

di Caterina Varpi
16 maggio 2019
Massimo Crotti

La diffusione del mobile ha portato cambiamenti in molti settori e tra quelli che hanno avuto un maggior impatto ci sono giornalismo e comunicazione. Grazie ai nuovi media, anche gli investimenti pubblicitari si sono spostati verso il digital e i social. A intercettare questa tendenza è stata Samsung che, grazie a una partnership con Axel Springer, ha lanciato Upday, app di news arrivata in Italia nel 2017. Un servizio che è cresciuto in questi anni fino a diventare la prima app di notizie nel nostro Paese.

Ne hanno discusso all’evento “Mobile journalism & digital advertising” di Mario Levratto, Head of Brand marketing di Samsung, Giorgio Baglio, Country Manager ed Editor in Chief per Upday, e Massimo Crotti, Direttore di iOL Advertising, concessionaria della app dall’anno scorso (ne abbiamo parlato qui).

Upday fa parte della strategia di Samsung di presidiare il mobile in tutti i suoi aspetti: «Il nostro approccio al mobile parte da lontano – racconta Levratto. – Il mobile oltre alla messaggistica e a internet è anche lo sviluppo delle applicazioni, è la possibilità di fare acquisti, di gestire la casa tramite il cellulare e molto altro ancora. Per questo, abbiamo avviato diverse collaborazioni nei rispettivi ambiti per coprire ogni aspetto del mobile: abbiamo realizzato SmartThings, app di Iot per la casa, abbiamo lanciato Samsung Pay per i pagamenti online e Upday per l’informazione».

«Upday, presente in 16 Paesi europei, ha una particolarità: è l’unica piattaforma che affianca al lavoro dell’algoritmo il contributo di giornalisti attivi in tutta Europa, puntando sulla qualità dei contenuti – racconta Baglio. – Produciamo nostri contenuti e premiamo i siti che puntano sulla qualità, portando traffico alle loro piattaforme. Abbiamo accordi editoriali con publisher che fanno contenuti in esclusiva per noi. Cronoca e politica sono gli argomenti più seguiti. Il nostro algoritmo, sviluppato internamente, si basa sulle preferenze degli utenti».

Elementi che hanno portato Upday ad andare a gonfie vele: «Grazie al successo della app, la partnership con Axel Springer proseguirà anche nei prossimi anni. Il servizio, infatti, sta crescendo nel mondo. In Italia è partito come start up nel 2017 e nel nostro Paese ha già raggiunto il break even. All’inizio, era presente in 4 country ora in 16».

I numeri che Upday ha raggiunto sono degni di nota e la rendono interessante anche per gli inserzionisti: «La app è cresciuta molto in Italia. Da novembre 2018 a febbraio 2019, è arrivata a 700 mila utenti unici al giorno con una crescita del 58% – ha spiegato Crotti. – Oggi è l’app di news più utilizzata nel nostro Paese da smartphone, superando i servizi analoghi di Repubblica, Tgcom e Corriere della Sera, secondo i dati di Audiweb. Sono 98 milioni i lanci dell’app al mese, 3.5 milioni gli utenti ogni mese, mentre il tempo di permanenza è di 3 minuti e 29 secondi per utente nel giorno medio».

«Il nostro compito come concessionaria è quello di valorizzare Upday dal punto di vista media. Si tratta di un ambiente con una caratteristica particolare: si basa su contenuti e qualità, collegati dalla tecnologia. Sono diversi i vantaggi per chi sceglie di pianificare campagne su Upday. E’ preinstallata su tutti i Samsung ed è la app di news più utilizzata in Italia. Viene utilizzata quotidianamente, più di 30 volte al mese per utente. Sono a disposizione degli inserzionisti diversi formati pubblicitari per le campagne su Upday, dal native, al full screen sia statico sia video, che è quello preferito dai grossi brand, per arrivare al carousel. I formati sono perfettamente integrati nei contenuti della app. Le aziende che cercano di approcciare la comunicazione mobile cercano spazi di qualità e che garantiscano la brand safety ed Upday è brand safe al 99%. L’utenza è attiva e smart, con il 30% di giovani in più rispetto alla media della popolazione italiana», prosegue Crotti.

Sono diverse le aziende che in Italia hanno scelto di comunicare su Upday, da Volkswagen a Renault a Benetton, con modalità diverse.

Upday è la prima app di notizie anche in Europa, dove lavorano più di 50 giornalisti in 8 redazioni. A livello continentale, hanno fatto campagne su Upday grandi brand come Porsche, Netflix, BNP Paribas, Toyota e Audi.

Il mobile è un ambito di grande rilevanza per una concessionaria digital come iOL Advertising: «Grazie ad Upday siamo cresciuti nel settore del mobile. Unire le forze con partner di questo genere, come anche 3Bmeteo, è fondamentale per la crescita in  questo ambito e ci permette di esserne i leader».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.