Il Post, i ricavi crescono del 75% nel 2019, a 1,3 milioni di euro

Gli abbonamenti incidono per il 14% sulle entrate complessive del quotidiano digitale diretto da Luca Sofri. In netto calo le perdite, intorno ai 170 mila euro

di Cosimo Vestito
02 aprile 2020
luca sofri-Il Post
Luca Sofri

Con un articolo pubblicato sul suo sito, Il Post ha comunicato ai lettori i risultati economici conseguiti nel 2019, “tornati a essere molto soddisfacenti dopo tre anni più difficili”.

Secondo quanto riportato, i ricavi del quotidiano digitale diretto da Luca Sofri sono aumentati di circa il 75% rispetto all’anno precedente, per un valore di 1 milione e 300 mila euro. Le perdite invece, intorno ai 170 mila euro, sono state nettamente inferiori rispetto al 2018, quando superavano i 500 mila euro.

I conti della società, si legge nell’articolo, hanno beneficiato degli “ottimi risultati” dei progetti avviati su tutte le tre maggiori fonti di ricavo del Post:

  • la concessionaria 24Ore System ha concretizzato un lavoro di coinvolgimento degli inserzionisti in progetti speciali e sponsorizzazioni, che hanno compensato le perdite derivate dal declino generale della pubblicità tradizionale, permettendo un ricavo anche maggiore dell’anno precedente, in controtendenza rispetto al mercato.
  • la costruzione di iniziative e partnership con aziende ed enti diversi, compresi il sistema di affiliazioni con i siti di ecommerce, la formazione, gli eventi, è diventata un impegno cospicuo e ha fatto raddoppiare questi ricavi rispetto all’anno precedente.
  • il sistema di abbonamenti, attivato alla fine di maggio, ha avuto una risposta straordinaria immediatamente e ha poi proseguito a coinvolgere lettori con andamenti ottimi.
I ricavi del Post
I ricavi del Post

In particolare, è stata ritenuta soddisfacente la crescita misurata nel solo secondo semestre 2019, quando Il Post ha attivato il suo servizio di abbonamento: il bilancio degli ultimi sei mesi è stato in attivo di circa 50 mila euro. Gli abbonamenti al sito hanno quindi rappresentato il 14% dei ricavi del 2019, e il 23% dei ricavi nel secondo semestre; nei primi due mesi del 2020 invece la stessa quota è già diventata del 30% circa. Questa fonte di introiti diventerà dunque, comunica il quotidiano online, presumibilmente ancora più rilevante e necessaria nei prossimi mesi, a fronte di una inevitabile riduzione dei ricavi derivanti da altre fonti, comprese le collaborazioni per gli eventi.

Per quanto riguarda i dati di pubblico, Il Post registra una media di quasi 600 mila visite al giorno e un aumento ulteriore dell’8% nei primi due mesi del 2020 rispetto al 2019.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial