Gedi, utile di 7,8 milioni di euro e raccolta web a +4,9% nei 9 mesi

I ricavi derivanti dalle attività digitali rappresentano complessivamente l’11,3% del fatturato del gruppo guidato dall’a.d. Laura Cioli

di Lorenzo Mosciatti
22 ottobre 2018
Laura-Cioli-gedi
Laura Cioli

Il gruppo editoriale Gedi chiude i nove mesi con un utile netto di 7,8 milioni di euro rispetto al rosso di 143,9 milioni registrato nello stesso periodo del 2017. I primi nove mesi del 2017 scontavano un onere fiscale di natura straordinaria derivante dalla definizione di un contenzioso, pendente in Cassazione, relativo a contestazioni di natura antielusiva in merito ai benefici fiscali derivanti dall’operazione di riorganizzazione societaria del Gruppo L’Espresso realizzata nel 1991. L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2018 ammonta a 124,7 milioni di euro, in aumento rispetto ai 115,1 milioni di fine 2017.

Guardando alla fine dell’anno, la società presieduta da Marco De Benedetti conta di ottenere un risultato positivo.

I ricavi consolidati del gruppo guidato dall’a.d. Laura Cioli, pari a 469,7 milioni, hanno registrato una crescita del 10,4% sui primi nove mesi del 2017. Un dato che tiene conto anche del fatto che Gruppo Itedi è entrato nel perimetro di consolidamento di Gedi dal 1° luglio 2017. A perimetro equivalente, infatti, i ricavi sono scesi del 5,9%

I ricavi derivanti dalle attività digitali rappresentano complessivamente l’11,3% del fatturato del gruppo. I ricavi diffusionali, pari a 215,5 milioni, sono aumentati del 14,5% rispetto a quelli del corrispondente periodo dell’esercizio precedente, e risultano in flessione dell’8,4% a pari perimetro. I ricavi pubblicitari sono cresciuti del 9,2% rispetto ai primi nove mesi del 2017 e risultano in flessione del 2,5% a perimetro equivalente.

Con riferimento ai mezzi del Gruppo, la raccolta su radio è cresciuta del 4,7%, confermando l’evoluzione positiva già riscontrata nel precedente esercizio. La raccolta su internet ha mostrato una crescita del 17,8% (+4,9% a perimetro equivalente, con un andamento leggermente migliore di quello del mercato). Infine, la raccolta su stampa ha registrato un aumento del 10,6% (-6,7% a perimetro equivalente, con un andamento in linea con quello del settore).

I costi sono superiori del 12,2% rispetto ai primi nove mesi del 2017 e sono scesi del 4% a perimetro equivalente; sono diminuiti in particolare i costi fissi industriali (-7,0%).

Nel terzo trimestre dell’anno, i ricavi netti consolidati sono diminuiti del 6,4% rispetto a quelli dell’equivalente trimestre del 2017, con i ricavi diffusionali in flessione del 7,6% e la raccolta pubblicitaria in calo del 3,4%. Il risultato netto consolidato registra un utile di 3,5 milioni di euro a fronte di una perdita di €151,2 milioni nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente, tenuto conto che l’onere fiscale di natura straordinaria era stato registrato interamente nel corso del terzo trimestre.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.