Nuova strategia online per il Foglio. Moving Up scelta come concessionaria digitale

Con un sito rinnovato e un’attenta attività social, il quotidiano diretto da Claudio Cerasa punta ad ingaggiare il lettorato più giovane e scommette sul paywall

di Cosimo Vestito
15 novembre 2016
foglio-claudio-cerasa
Claudio Cerasa

Il Foglio è pronto a rinnovare radicalmente la sua presenza sul web con un nuovo sito, attivo dal prossimo 17 novembre, e una moderna strategia di comunicazione. E non solo, il quotidiano guidato da Claudio Cerasa comunica di avere una nuova concessionaria digitale.

Su entrambi i fronti, il partner scelto per via diretta è Moving Up. Per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria, la media company  ha messo a disposizione le sue tecnologie di Programmatic per permettere agli inserzionisti di pianificare in maniera automatizzata sull’inventario della testata; in più, si occuperà del posizionamento del sito sui motori di ricerca e sull’aggregatore Google News.

L’obiettivo principale del piano è l’ampliamento dell’audience e, in particolare, accrescere il bacino dell’utenza più giovane. Attualmente, oltre il 26% degli utenti del sito è over-65, una categoria che dimostrato di essere la più affezionata all’edizione online, ma il Foglio punta a raggiungere ed ingaggiare soprattutto i lettori tra i 25 e i 34 e i 18 e 24 anni, che costituiscono rispettivamente il 16% e il 7,5% del lettorato online, stando ai numeri forniti da Google Analytics.

La scommessa del Foglio sul paywall

Elemento fondamentale di questa strategia sarà l’espansione del paywall, il sistema che consente l’accesso a determinati contenuti di un sito internet solo a pagamento. «In Italia, gli editori guardano a questo meccanismo con scetticismo ma in realtà, contrariamente ad ogni previsione e pregiudizio, esso ha premiato il Foglio, che, oltre a ricevere l’approvazione dei propri lettori, ha registrato un aumento significativo degli abbonamenti. In una fase in cui sembra essere unanimemente pretesa la gratuità della notizia, questo dato ci segnala in maniera evidente quanto sia importante, oggi più che mai, fare del giornalismo di alto profilo, attraverso dei contenuti di qualità, di approfondimento, che non possono essere reperiti altrove. La linea editoriale del Foglio, con il suo piglio audace e anticonformista, ha permesso che si potessero raggiungere questi risultati, dandoci conferma di aver intrapreso il percorso giusto”, ha commentato Marco Valenti, Ceo di Moving Up.

marco-valenti-moving-up
Marco Valenti

I redattori del Foglio diventano più “social”

All’interno del piano si inserisce anche un ripensamento della comunicazione sui social network. Non solo Facebook e Twitter ma anche Instagram e Flipboard saranno i canali utilizzati dalla testata per informare e coinvolgere in rete: «Moving Up ha intrapreso un percorso di formazione con i redattori della testata affinché in futuro possano elaborare in autonomia strategie efficaci, selezionando i contenuti più adatti alla condivisione attraversi l’analisi dei “trending topic” e delle tendenze di ricerca», ha aggiunto Valenti.

L’aggiornamento dell’infrastruttura del sito, sponsorizzata in parte da Trenitalia e Fastweb, è stata firmata da Virtualcom, società fornitrice di software del gruppo Miles 33.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.