Editoriale Domus cresce grazie a digital e professional

Il gruppo editoriale guidato da Sofia Bordone ha visto aumentare i suoi ricavi dell’1,3%. Il fatturato dell’adv online a quota 8,6 milioni, in aumento del 6,2%

di Andrea Salvadori
15 maggio 2018
Sofia-Bordone-Domus
Sofia Bordone

Il digital, l’area professionale e gli eventi. Sono queste le aree di attività che hanno permesso ad Editoriale Domus di chiudere il 2017 con un bilancio positivo su tutti i fronti, con un trend confermato anche nel primo trimestre del 2018.

Il gruppo editoriale che fa capo alla famiglia Mazzocchi, presente con le sue testate nei mercati della mobilità, del design e architettura, della cucina e del turismo, ha archiviato l’esercizio con ricavi netti pari a 54,1 milioni di euro, in crescita dell’1,3% rispetto all’esercizio 2016, un utile netto di 1,5 milioni, in calo rispetto agli 1,9 milioni del 2016, e un’ebitda passata dal 4,5% al 4%.

«L’andamento del fatturato è un risultato per noi più che soddisfacente, se consideriamo come stanno andando i mercati di riferimento e tenendo conto che il 2016 è stato l’anno delle celebrazioni dei 60 anni di Quattroruote, del millesimo numero di Domus e del lancio della decima edizione del Cucchiaio d’Argento, eventi con i quali non era semplice confrontarsi», spiega l’amministratore delegato Sofia Bordone, rappresentante della terza generazione della famiglia.

La pubblicità di Editoriale Domus, gestita dalla rete interna guidata da Massimo Bergia, con Eugenio Caserini direttore commerciale per il digital, è passata da 25,3 milioni a 25,8 milioni di euro, segnando un incremento del 2% grazie alle crescite ottenute sul fronte del digital e degli eventi. «Nel primo caso i ricavi sono stati 8,6 milioni, in aumento del 6,2% rispetto al 2016, mentre nell’area degli eventi siamo passati da 2,5 a 3,1 milioni, con un incremento del 24%». Male invece la pubblicità cartacea, con un fatturato di 16,16 milioni e un calo del 3,4%. Le difficoltà che la stampa sta attraversando si evidenziano d’altronde anche nei dati sui ricavi diffusionali: il giro d’affari è stato infatti di 13,3 milioni con un calo del 10% rispetto all’anno precedente.

L’area professional, la unit che si occupa della vendita di banche dati e software in ambito automotive ad assicurazioni, ricambisti e concessionarie auto, ha invece garantito a Editoriale Domus lo scorso anno 13 milioni di ricavi, in aumento del 10,2% rispetto agli 11,8 milioni del 2016.

Dopo essere tornato al pareggio nel 2015, «Editoriale Domus ha consolidato i risultati di bilancio nel 2016, ha ripreso a crescere nel 2017 e conta ora di continuare ad aumentare il suo volume d’affari nel 2018, come già avvenuto nel primo trimestre con un fatturato a +1,7%. Dallo scorso anno, inoltre, abbiamo ripreso a investire sia sul fronte delle risorse umane, con un impatto di 900.000 euro per dieci nuove posizioni aperte, soprattutto nelle aree digital e in quella professionale, sia per quanto riguarda lo sviluppo con 1,7 milioni riservati al nuovo crm, al restyling delle property digitali e ad altri progetti varati sempre in ambito tecnologico».

Un impegno confermato anche per il 2018, anno iniziato con il lancio in edicola di una nuova rivista cartacea nell’area della mobilità, il bimestrale Youngtimer, e con la nascita dell’Accademia Editoriale Domus, operazione che permetterà al gruppo di crescere nel settore della formazione. «Continueremo inoltre ad investire sul digitale. Dopo il restyling grafico del sito di Quattroruote e il rilancio del portale di Domus, avvenuti nel 2017, quest’anno l’appuntamento sarà a giugno con il nuovo sito di Ruoteclassiche». E’ inoltre in programma il lancio della settima edizione internazionale di Domus.

Gli utenti unici mensili dei siti del gruppo di Rozzano sono tra l’altro cresciuti lo scorso anno del 23%, raggiungendo i 10,2 milioni, le pagine viste del 24% a quota 66,1 milioni, con risultati positivi per tutti i principali marchi editoriali.

Editoriale Domus, realtà che raccoglie il 90% del suo fatturato in Italia, sta crescendo infine sia sotto il profilo finanziario sia dal punto di vista patrimoniale. «Non siamo indebitati e siamo inoltre molto liquidi», conclude Sofia Bordone. «Non escludiamo dunque operazioni di mercato per crescere per via esterne, in particolare nell’area professionale».

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.