Dmax va in meta all’esordio nel Sei Nazioni. Esulta anche Edison

2,5 milioni di telespettatori una share media del 4,5 premiano gli sforzi del canale di Discovery Italia per riportare il Torneo in chiaro. Grande visibilità anche per Edison, per la prima volta sponsor di maglia

di engage
03 febbraio 2014
Italia_Edison

C’era molta curiosità per l’esordio stagionale dell’Italia nel Torneo delle Sei Nazioni di Rugby. Curiosità per quello che sarebbe successo in campo (con l’onorevolissima sconfitta per 15-23 sul campo dei gallesi detentori del Trofeo) e anche per i riscontri di audience per Dmax, alla sua prima esperienza con un grande evento sportivo in diretta.

I dati auditel permettono di affermare che la partenza è stata del tutto positiva. La prova gagliarda degli Azzurri ha inchiodato davanti al canale di gruppo Discovery Italia 2,6 milioni di telespettatori, facendo conquistare alla rete una share del 4,5% e 736 mila ascoltatori nel minuto medio. Dmax durante il match è stato 5° canale nazionale più visto dopo Canale 5, Rai1, Italia 1 e Rai3 e 2° canale sul core target uomini 20-49 anni (subito dopo Canale 5) con una share dell’11,2%. Si tratta di numeri in linea con quelli medi registrati in passato per il Sei Nazioni da La7, rete molto meglio posizionata in termini, se così si può dire, di “telecomando” (canale 7 contro 52) oltre che nelle abitudini degli italiani.

Particolarmente interessante il profilo di coloro che hanno seguito l’evento tornato in chiaro e in diretta su Dmax: Il 58% dell’ascolto proveniva da un pubblico premium con CSE Medio-Alta. Numeri che hanno permesso a Dmax di chiudere la giornata del 1 febbraio con una media dell’1.72% share, posizionandosi come 1° canale digitale più visto.

Interessanti anche i numeri registrati dalle estensioni digitali della programmazione: il sito dmax.it, grazie al live streaming dei match del torneo, ha più che raddoppiato le sue visite e ha raggiunto più di 15 mila visitatori unici durante l’incontro della nazionale. Sul fronte social, l’hashtag ufficiale #6nazioni è entrato in trend topic in 2° posizione con oltre 10.200 tweet e più di 4.400 utenti unici. La fanpage di Dmax su Facebook ha raccolto un totale di 7.401 like, 2.300 commenti e 1.646 condivisioni, con una reach di 1.239.312 utenti.

Numeri che avranno fatto piacere certamente anche a Edison, che sabato ha debuttato come sponsor di maglia del rugby azzurro – il brand è legato al rugby azzurro ormai da 8 anni – oltre a firmare anche il pallone da gioco.

Si tratta di una “Prima” nel mondo del rugby italiano, resa possibile dal cambiamento dei regolamenti internazionali che da quest’anno consentono l’utilizzo di uno sponsor anche sul retro della maglia. Una opportunità che l’azienda di cui è direttore comunicazione e relazioni esterne Andrea Prandi, ha sfruttato in maniera originale griffando, oltre che il dorso della maglia da gioco (e all’abbigliamento pre-gara) anche i pantaloncini. Un accento sul “lato b” dei giocatori in campo che sarà stato certamente apprrezzato dal pubblico femminile.

Il supporto agli sport di squadra da parte di Edison riguarda non solo la Federazione Italiana Rugby, ma anche quella di Basket di cui Edison è main sponsor dal 2009.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.