I progetti di Condé Nast Italia per stare vicino agli utenti nei giorni del Covid-19

Vanity Fair, Vogue, GQ, Wired e le altre testate del gruppo editoriali lanciano diverse iniziative sulle piattaforme digital e social

di Caterina Varpi
26 marzo 2020
brand-conde-nast

I brand di Condé Nast Italia in un momento difficile per tutti, a causa della diffusione del Coronavirus, continuano a proporre nuove iniziative per essere vicini a lettori e utenti.

Già dai primi giorni di lockdown Vanity Fair ha proposto il palinsesto in diretta streaming di #VFQuarantineStories, spin-off del Festival Vanity Fair Stories. La programmazione quotidiana diventa così un live magazine e spazia dal mattino alla sera con personaggi dello spettacolo e dell’intrattenimento, esperti, sipari dedicati ai migliori talenti femminili della comicità italiana,  approfondimenti, consigli moda e beauty degli addetti ai lavori, tutti narrati in diretta Instagram e poi disponibili sul sito e su YouTube.

Sono varie le iniziative pensate da Vogue Italia per la sua community. Per il format Vogue Italia & Friends, promosso sul suo profilo Instagram, una serie di designer e modelle raccontano come stanno trascorrendo la quarantena, come hanno cambiato la propria routine e come stanno lavorando per la prossima stagione. Inoltre, dato lo stretto legame tra moda e musica, Vogue Italia propone dei Live Concert su Instagram coinvolgendo artisti internazionali come James Righton e Joan Thiele.

Ask Vogue Italia & Live Interview permette invece di avvicinare la redazione al pubblico. Proprio il team di Vogue Italia, i suoi fotografi, gli stylist e gli artisti diventano protagonisti di una serie di Live interview su Instagram alle quali i follower possono partecipare attivamente con commenti e quesiti.

Photo Vogue Festival 2020 – All In This Together è l’open call dedicata alla prossima edizione di Photo Vogue Festival che sarà dedicata all’esplorazione del concetto di comunità in ogni sua forma. Lo scouting avverrà tramite Photo Vogue e Instagram utilizzando l’hashtag #VIallinthistogether.  La ricerca di talenti non si ferma: Sara Sozzani Maino insieme al team di Vogue Talents ha organizzato due sessioni di Digital Portfolio Review in programma per il 25 e 27 marzo per permettere anche da casa a designer interessati di mostrare i propri lavori.

Infine Vogue at Home: ogni giorno viene condivisa una fotografia dell’archivio che per ambientazione, atmosfera e styling ricorda lo stare a casa, per ribadire il concetto ‘Stay home with Vogue Italia’.

GQ propone l’iniziativa GQ Telefono Casa, un palinsesto di dirette Instagram che ad oggi ha coinvolto attori, personaggi dello spettacolo e dello sport. Sul sito GQitalia.it è stato invece lanciato #GQnoicisiamo, uno slancio editoriale che ha come scopo quello di ascoltare i bisogni di comunicazione dei clienti e dei brand che hanno sempre creduto nel magazine e per testimoniare che è ancora forte il desiderio di comunicazione dell’impresa e di informazione dei consumatori.

AD ha lanciato un nuovo format per intrattenere il pubblico durante il lockdown: #ADMyPrivateRoom. Un tour virtuale nelle case di architetti, interior designer, stilisti, social talent e creativi che permettono alla community di AD di entrare nelle loro stanze preferite. #AskAD è invece la rubrica dedicata alle domande degli utenti rivolte a designer, ed esperti del settore.

#TravellerLovesItaly è una challenge lanciata da Traveller. È stato chiesto agli utenti di pubblicare una story, un video o un post dei loro luoghi del cuore in Italia, permettendo così di diventare “regista” di una videolettera d’amore al nostro Paese che verrà pubblicata sui canali di Traveller, e che è accompagnata, in versione italiana e inglese, dalla voce di Pierfrancesco Favino.

Tante ricette rassicuranti, brevi per chi non ne può più di cucinare, lunghe per chi ha bisogno di intrattenere i più piccoli: è quello che gli utenti possono trovare sul sito de La Cucina Italiana. Oltre a tanti approfondimenti sul tema spesa,  ma non solo. A tenere compagnia anche le dirette.

Cosa sappiamo e (soprattutto) cosa non sappiamo sulla pandemia del nuovo coronavirus?” è la domanda a cui Wired vuole rispondere con la creazione del format video in cui diversi esperti raccontano i punti di vista della scienza. Si tratta di videointerviste che si possono visualizzare sul sito, o sulle pagine ufficiali di Wired su Facebook e Instagram. Wired continua anche con la produzione di Podcast. Ogni giorno alle 19 viene pubblicato un approfondimento legato all’epidemia in corso in Italia e nel mondo. Le interviste in diretta streaming su Instagram raccontano invece come sta cambiando il mondo del lavoro con il Coronavirus.

Experience Is, la property di Condé Nast Italia dedicata alla Generazione Z, in questo momento difficile per tutti è ancora più vicina alla sua audience. Seguendo la teoria del #Sharingiscaring, ad esempio, nelle Instagram stories ha condiviso un template che permette la condivisione di consigli da parte degli utenti.

Infine, Condé Nast Social Talent Agency –  agenzia dedicata al Social Media Talent Management e che ad oggi include 30 talent- lancia sulla propria pagina Instagram, a partire dalla prossima settimana, #CNSTAinsiemeper: un palinsesto di eventi dedicati all’intrattenimento. Una serie di dirette live che vivranno sui canali dei talent e che saranno raccolte sulla pagina Instagram di CNSTA.

I numeri dei progetti e il traffico dei siti

Ma quali sono stati i risultati delle azioni messe in campo dai brand Condé Nast?

Le dirette Instagram trasmesse da tutte le property per intrattenere gli utenti, e per sostenere il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri #iorestoacasa, hanno totalizzato ad oggi 872 mila views.

Aderendo inoltre al progetto di Solidarietà Digitale promosso dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, Condé Nast Italia ha reso disponibili gratuitamente per 3 mesi le copie digitali di tutte le testate. Le attivazioni delle iniziative 4YOU ad oggi sono state 76.600, nel dettaglio: Vanity Fair 12.300; Vogue 13.000; La Cucina Italiana 12.500; Wired 6.700; Traveller 5.200; GQ 2.800; AD 5.700; Corsi Digitali de La Scuola De La Cucina Italiana 8.300; Vogue Archive 10.100, riporta la nota stampa dell’editore.

I rilanci social su tutte le property del gruppo a sostegno dell’iniziativa hanno registrato oltre 1,6 milioni di impression.

Il mese di marzo vede inoltre una forte crescita di traffico su tutti i siti Condé Nast, con Vanity Fair, Wired, GQ e La Cucina Italiana che si apprestano a superare i rispettivi record di traffico. I siti sono in crescita sia rispetto allo stesso mese del 2019 sia nei confronti di febbraio 2020: Vanity Fair +27% anno su anno e +9% su febbraio, Vogue +37% e +9%, Wired +79% e +42%, GQ +136% e +58%, La Cucina Italiana +29% e +30%, fa sapere Condé Nast.

I profili social delle property Condé Nast raggiungono complessivamente 17,2 milioni tra fan e follower (+8% YOY).

Infine, le iniziative relative allo scorso numero di Vanity Fair #iosonomilano #iosonolamiacittà e #iloveitalia, che hanno coinvolto oltre 600 personaggi dello spettacolo, hanno raggiunto un total engagement di oltre 3,5 milioni.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial