Class Editori riduce le perdite nel 2018. Ricavi a +10,7%

Il gruppo ha avviato una serie di progetti diretti all’incremento della propria quota di mercato della pubblicità digitale

di Lorenzo Mosciatti
16 aprile 2019
Paolo-Cuccia
Paolo Cuccia

Class Editori riduce le perdite e chiude il bilancio 2018 con ricavi in crescita del 10,7% a quota 73,23 milioni di euro.

Il consiglio di amministrazione di Class Editori, guidato dall’a.d. Paolo Cuccia, ha approvato il progetto di bilancio della capogruppo e il bilancio consolidato, il primo esercizio in cui sono compresi, a partire dal mese di giugno 2018, i dati del Gambero Rosso.

L’Ebitda risulta pari a -0,71 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto ai -7,97 milioni di euro del 2017. In ipotesi di consolidamento del Gambero Rosso da inizio anno, l’Ebitda pro-forma risulta positivo e pari a 0,73 milioni di euro, evidenziando quindi una significativa inversione di tendenza rispetto alle marginalità conseguite negli ultimi esercizi.

Il risultato netto di gruppo dopo gli interessi di terzi migliora di circa 7,16 milioni di euro, risultando pari a -8,37 milioni di euro contro -15,54 milioni di euro del 2017. In ipotesi di consolidamento del Gambero Rosso da inizio anno, il risultato netto pro forma è pari a -8,04 milioni di euro.

Nel 2018 Class Editori ha registrato in Italia una crescita della pubblicità del 2% a perimetro omogeneo. Fra i mezzi che hanno contribuito al trend positivo si evidenzia la Go Tv di Telesia (società con azioni negoziate sul mercato AIM), secondo media di Class Editori, con un aumento di fatturato dell’8% rispetto al precedente esercizio.

Nel corso dell’esercizio 2018, il sito web di MF-Milano Finanza ha registrato, secondo quanto certificato dai dati reali di traffico dei sistemi digitali di Analytics, una media giornaliera di 142.323 utenti unici, con una crescita dell’11% rispetto all’esercizio 2017, e una media mensile di 2,19 milioni di utenti unici, in crescita dell’11,5% rispetto al 2017. Il numero medio di pagine viste su base giornaliera è salito nel 2018 dell’11,9% a 1,59 milioni di pagine, e il numero medio di pagine viste su base mensile è aumentato dell’11,9% rispetto al 2017 attestandosi a 48,4 milioni.

Il numero di lettori che seguono in tempo reale le notizie del sito attraverso Twitter ha sfiorato le 100 mila unità per MF-Milano Finanza e superato le 40 mila unità per la collegata Italia Oggi.

Per quanto riguarda le diffusioni cartacee e digitali delle testate, MF/Milano Finanza ha registrato nell’anno una diffusione media di circa 55 mila copie, Class di circa 30 mila copie e Capital circa 30 mila copie (dati Ads).

In una situazione di mercato ancora instabile, Class editori, si legge sempre nella nota, “oltre ai programmi di sviluppo previsti nel Piano Industriale, prosegue la strategia di contenimento dei costi riguardanti tutti i settori e tutte le voci (dagli affitti passivi, alla abolizione di contratti di outsourcing tecnologico per Class Cnbc). Prosegue anche la semplificazione della struttura societaria. Sul fronte dei ricavi, la casa editrice ha avviato una serie di progetti diretti all’incremento della propria quota di mercato della pubblicità digitale, e un particolare sviluppo dei ricavi è previsto per la GO TV Telesia”. Tutto ciò, conclude la nota “fa ritenere ragionevole la previsione di un miglioramento dei risultati di gestione per fine esercizio”.E

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.