Citynews: giro d’affari 2017 a oltre 10 milioni, in crescita del 26,7%

Il Ceo, Fernando Diana: «Per quest’anno ci attendiamo una crescita in linea e tendenzialmente superiore a quella del 2017. I primi quattro mesi dell’anno sono in linea con il budget»

di Caterina Varpi
28 maggio 2018
Fernando Diana e Luca Lani
Fernando Diana e Luca Lani

Dopo gli investimenti operati l’anno scorso, tra cui il rilascio delle nuove App, il debutto di Canali Video con news prodotte internamente, e l’acquisizione e apertura di quattro testate, il Gruppo Editoriale Citynews ha chiuso il 2017 con indici positivi su tutte le principali voci di bilancio, con il giro d’affari che cresce del 26,7% rispetto al 2016 che si attesta a oltre 10 milioni di euro. Per il 2018 si attende un leggero incremento rispetto a questi numeri, con il mantenimento della linea tenuta nel 2017 con l’apertura di nuove edizioni e nuove acquisizioni: «Per quest’anno ci attendiamo una crescita in linea e tendenzialmente superiore a quella del 2017. Già i primi quattro mesi dell’anno sono in linea con il budget per cui questi numeri dovrebbero essere confermati», spiega a Engage, il Ceo, Fernando Diana.

Per quanto riguarda i prossimi progetti, il Ceo racconta: «Continuiamo con la linea intrapresa lo scorso anno, con l’apertura di nuove edizioni e l’acquisizione di siti per coprire nuove regioni e rafforzare la copertura di altre. Inoltre, spingiamo sull’innovazione per il mobile e le App, area che continua a crescere molto. Dal punto di vista dei formati pubblicitari, invece, ci stiamo muovendo per sviluppare l’Adv Page che ha ottenuto buoni risultati in diverse direzioni. il Ci sarà inoltre l’ingresso nel Gruppo Citynews di varie risorse in diversi ambiti, come il marketing e le risorse umane».

300 mila utenti al mese per le nuove App

Vediamo i numeri più nel dettaglio: «Il valore della produzione di Citynews spa registrato nell’esercizio 2017 – spiega Diana – è di poco superiore ai 10 milioni di euro, con un incremento del 26,7% rispetto a quello del 2016, che si era attestato su una cifra di poco inferiore agli 8 milioni. Per quanto riguarda l’Ebitda, la crescita dal 2016 al 2017 è stata addirittura superiore al 47%, visto che il dato assoluto è passato da 1,08 milioni del 2016 a 1,6 milioni del 2017, a testimonianza di una crescita solida e costante della nostra azienda che ogni anno registra differenziali positivi su queste voci fin dalla sua nascita nel 2010».

Note positive per Citynews vengono dai risultati ottenuti dai numerosi investimenti operati nel corso del 2017 su asset strategici del Gruppo. I più rilevanti riguardano il rilascio delle nuove App, l’apertura di Canali Video alimentati da video news prodotte internamente, l’acquisizione e apertura di quattro testate e in generale l’innovazione tecnologica che ha interessato tutto il reparto amministrativo dell’azienda.

«Il fiore all’occhiello di Citynews, nel 2017, è stato sicuramente il grande successo del progetto riguardante le nuove App, rilasciate esattamente un anno fa – afferma Luca Lani, Ceo del Gruppo Citynews –. In precedenza, tutte le nostre testate erano accessibili tramite un’unica App Citynews, e questo rappresentava un grosso limite in termini di riconoscibilità ed usabilità da parte dei lettori. Il nuovo progetto ha sviluppato 90 nuove App (45 per ambiente iOs e 45 per Android), che ad oggi raccolgono circa 300 mila utenti al mese che generano 5 milioni di sessioni per un totale di 27 milioni di visualizzazioni, con conseguente aumento esponenziale del magazzino delle impression pubblicitarie. All’interno delle nuove App abbiamo, inoltre, ideato e sviluppato un innovativo formato pubblicitario, l’Adv Page, che ha riscosso molto interesse tra i nostri partner commerciali. Visto il successo della modalità di navigazione sfogliabile dell’App e dei relativi formati pubblicitari, si è deciso di estenderla anche alle versioni mobile browser dei siti delle testate locali».

Per quanto riguarda i Video: «Il Progetto Video di Citynews ha avuto una lunga gestazione – continua Lani –. Fino a poco più di un anno fa, tutte le nostre testate locali pubblicavano raramente contenuti video, che comunque provenivano esclusivamente da fonti terze. Sappiamo già da molto tempo che tali contenuti trovano un grande riscontro da parte del pubblico e degli investitori pubblicitari, così, a maggio dello scorso anno, abbiamo dato il via alla fase iniziale/sperimentale del progetto che ha coinvolto 19 delle nostre testate».

Nel secondo semestre del 2017, Citynews ha operato un altro ciclo di investimenti volti all’acquisizione di tre testate, QuiComo.it, che è passata, in pochi mesi, da una media di 81 mila lettori al mese (luglio 2017) ai 292 mila del mese di dicembre, LaNotiziah24 che è diventata FrosinoneToday.it, raddoppiando in breve tempo la propria audience, dai 177 mila utenti di luglio ai 344 mila di dicembre 2017 (qui la notizia), CasertaNews.it, che da una media di 59 mila lettori unici di luglio 2017 è arrivata a 475 mila del mese di dicembre (leggi l’articolo), a quanto riporta il comunicato, e all’apertura di una quarta, EuropaToday.it (qui l’articolo).

«Alla luce della costante crescita dell’azienda e delle sempre più ampie esigenze in termini di gestione dell’area Amministrazione, Finanza e Controllo – commenta Claudio Siciliano, Cfo del Gruppo Citynews –, si è proceduto, nel corso del 2017, anche alla ristrutturazione tecnologica e organizzativa di tutto il reparto. Tra le numerose attività svolte, è importante citare l’implementazione di una innovativa piattaforma ERP integrata con le altre già esistenti in azienda, uno strumento utile a snellire e velocizzare i processi amministrativi e contabili, centralizzare in modo univoco le banche dati ed effettuare evolute analisi di controllo di gestione e di business intelligence».

Con la crescita del giro d’affari è salito anche il numero dei dipendenti: «Il numero dei lavoratori dipendenti di Citynews è cresciuto del 55,4%, dal 2016 al 2017 – dichiara Felice Lizza, HR Manager del Gruppo Citynews. – Di conseguenza, anche i costi del lavoro dipendente hanno segnato per l’azienda un aumento di circa il 38,5%. Questo è un dato che testimonia non solo la salute economica dell’azienda ma soprattutto la sua volontà di investire nella crescita professionale e nella stabilizzazione delle proprie risorse».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.