Blasting News lancia Blasting360 e punta a raddoppiare il fatturato in Italia

Il social magazine presenta la piattaforma che connette editori e giornalisti in tutta Europa. Nel nostro Paese il team cresce con Filippo Arroni e Arianna Misirocchi

di Simone Freddi
06 giugno 2017
Andrea_Manfredi_Blasting_News
Andrea Manfredi

Nel mondo digitale “always on”, gli utenti si aspettano dagli editori un flusso costante e continuo di contenuti informativi di qualità. Tuttavia rispondere a questa domanda richiede ai publisher un impegno crescente in termini di costi e complessità, non sempre sostenibile: a questo risponde Blasting360, il nuovo progetto di Blasting News che dà vita al primo marketplace di contenuti multimediali che connette giornalisti ed editori in tutto il continente.

Blasting360, progetto finanziato nell’ambito del Google Digital News Initiative, si propone di aprire nuovi orizzonti per il giornalismo digitale attraverso l’innovazione e la tecnologia, oltre a introdurre un tratto di “razionalità” nella jungla del giornalismo freelance, a vantaggio di tutto il sistema, come spiega Andrea Manfredi, fondatore di Blasting News.

«Blasting360 permette a tutti i publisher europei, sia nazionali che locali di ricevere o di richiedere contenuti ad hoc originali e verificati, prodotti da un network qualificato di giornalisti, freelance e opinion leader».

«Gli editori» afferma Manfredi, «possono scegliere liberamente i contenuti che meglio risponderanno alle loro esigenze, sia selezionandoli attraverso una mappa dinamica di “Hot Trends” di news globali, regolata da un algoritmo proprietario, creando così il proprio feed di notizie su misura, sia commissionandoli direttamente in base alle esigenze del momento, per esempio per coprire un evento o un fatto avvenuto in un luogo in cui non hanno un giornalista. Saranno gli stessi freelance a proporsi per l’incarico, competendo per la realizzazione dell’articolo in base al compenso richiesto e alle competenze, verificabili, dichiarate».

Social Journalism per gli editori

«Blasting360 dà vita alla prima piattaforma di social journalism a servizio degli editori: vogliamo offrire una prospettiva completamente nuova alle dinamiche del giornalismo digitale, facendo leva sulla tecnologia innovativa che Blasting News ha sviluppato e che ci ha permesso, in quattro anni, di raggiungere i 100 milioni di utenti al mese, lo stesso ritmo di crescita di Snapchat», ha osservato Manfredi.

Se con Blasting360, il social magazine offre quindi una risorsa utile, nelle intenzioni dei promotori, a tutto il sistema editoriale, il social magazine a sua volta non smette di crescere, a livello nazionale e internazionale. L’ultima novità è l’apertura di una sede a New York (che si affianca a Londra, Milano e San Paolo, oltre a Roma dove è presente il team IT), per facilitare l’espansione verso il ricco mercato Nord Americano.

Blasting News: cresce il team italiano

In Italia invece, l’obiettivo è quello di accelerare la crescita commerciale della società: a questo proposito, da febbraio è stato chiamato a far parte del team Filippo Arroni in qualità di Country Manager, a cui da pochi giorni si è aggiunta Arianna Misirocchi, come Responsabile dei Centri Media.

«Dopo avere sviluppato l’offerta in programmatic, ora puntiamo a far crescere l’offerta commerciale diretta per raddoppiare il fatturato in Italia già nel 2017» ci ha detto Arroni.

Per raggiungere il target, ha spiegato il nuovo Country Manager di Blasting News, la società punta su tre asset. «Il primo è l’advertising, display e soprattutto video: In Italia Blasting News si colloca sui 15-17 milioni di utenti unici e vanta un bacino di un preroll di 40 milioni di views al mese».

All’offerta pubblicitaria si aggiungono i branded content, «con contenuti creati ad hoc per il brand rispetto ai quali garantiamo dalle 100 mila visualizzazioni a salire, grazie al lavoro della nostra crowd di creators».

Il terzo pilastro dell’offerta, ha concluso il manager, verrà annunciato a breve e riguarda la tecnologia: «offriremo infatti in white label la nostra tecnologia ai brand per permettere loro di rispondere all’esigenza di avere contenuti originali e di qualità, di ingaggiare gli utenti trasformandoli in propri ambassador e di veicolare volumi importanti di traffico sulle loro properties». La soluzione si chiama Blasting Tech: è plug&play ed è fornita in modello SAAS

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.