Audience e tecnologia: Mediamond in evidenza dopo l’accordo con Yahoo

La concessionaria guidata da Davide Mondo ora potrà offrire agli spender un’audience di 21,2 milioni di utenti mensili, ma anche strumenti come Gemini, Tumblr e BrightRoll. Il portale video Vevo, però, è fuori dal perimetro dell’accordo

di Simone Freddi
02 febbraio 2016
Davide-Mondo-Mediamond
Davide Mondo

Nell’ambito del generale riassetto che sta interessando il mercato pubblicitario italiano in questo inizio del 2016, un nome ricorre più spesso di altri: quello di Mediamond, la concessionaria per la pubblicità online, radio e stampa periodica di proprietà di Mediaset e Mondadori (al 50%).

Dopo l’ingresso nel proprio portafoglio delle radio del gruppo Finelco105, Virgin e Rmc -, la struttura guidata dall’a.d. Davide Mondo è di nuovo sotto i riflettori grazie all’importante parnership siglata tra Mediaset e Yahoo, che hanno annunciato un accordo esclusivo che affida al gruppo di Cologno la vendita di pubblicità display, native, video e content marketing sulle propery italiane di Yahoo, a partire dal secondo trimestre 2016.

L’intesa porta in dote a Mediamond audience e tecnologie. Conteggiando il perimetro dei siti Yahoo in Italia, la concessionaria si posiziona nel ranking di Audiweb subito a ridosso di Google e Facebook, raggiungendo 21,2 milioni di persone su base mensile e oltre 5,3 milioni su base giornaliera.

Dal Native al Programmatic: nuove opportunità per i clienti Mediamond

Non solo: secondo i termini previsti dall’accordo, Mediamond beneficerà anche del ricco patrimonio strumenti proprietari di Yahoo: e così Gemini, la piattaforma di native proprietaria di Yahoo, sarà a disposizione dei partner della concessionaria, mentre Tumblr, social network e publishing platform, rappresenterà un nuovo asset per i progetti crossmediali di Mediamond e Publitalia.

Infine c’è il settore in forte crescita del programmatic advertising, che Mediamond ha messo a partire dallo scorso anno al centro della propria strategia di sviluppo, anche chiamando a occuparsene l’ex managing director di Xaxis, Paola Colombo. Su questo fronte, grazie all’accordo con Yahoo Mediamond avrà accesso privilegiato alle tecnologie di Brightroll, brand sotto cui Yahoo raggruppa tutta la propria offerta di servizi e tecnologie per programmatic.

Al momento, dal perimetro dell’accordo tra Mediaset e Yahoo è invece esclusa Vevo, la piattaforma di video online di cui la compagnia di Sunnyvale gestisce a livello internazionale la raccolta pubblicitaria.

«Questa collaborazione si inserisce in modo naturale nel percorso già iniziato da Mediamond che vede nel programmatic la strada per valorizzare gli asset editoriali del nostro portfolio. Yahoo e Mediamond sono infatti partner totalmente complementari: Yahoo porta in dote la sua connotazione tecnologica insieme a una grande audience digitale, Mediamond la riconoscibilità editoriale dei suoi brand», ha dichiarato Davide Mondo, amministratore delegato della concessionaria.

Nuove acquisizioni in arrivo?

E potrebbe non essere finita qui: secondo le ultime indiscrezioni, il presunto interesse di Mondadori per i due principali siti di Banzai, Pianetadonna e Giallozafferano, si sarebbe tradotto in una cospicua offerta di 42 milioni di euro fatta arrivare venerdì scorso alla società guidata da Paolo Ainio e Pietro Scott Jovane.

Se l’operazione andasse in porto, per Mediamond si tratterebbe di un ennesimo salto di qualità nel panorama del digital italiano, specie in riferimento al prezioso target femminile.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.