AT&T – Time Warner, la fusione si farà: nasce un nuovo colosso dei media

Il matrimonio tra le due società dovrebbe essere finalizzato entro il 2017 e darà vita a un nuovo big player a cavallo tra telecomunicazioni e intrattenimento, in grado di rivaleggiare con Comcast-Nbc e Verizion-Aol-Yahoo

di Andrea Di Domenico
23 ottobre 2016
Time-Warner-quartier-generale

Altroché contatti solo informali, la fusione ci sarà e l’accordo è già nero su bianco: il colosso statunitense delle telecomunicazioni AT&T ha annunciato nella notte tra sabato e domenica notte di aver messo sul tavolo 85,4 miliardi di dollari per comprare Time Warner, cui fanno capo la catena televisiva Cnn, la casa di produzione Hbo e gli studios cinematografici di Warner Bros.

L’accordo è stato annunciato attraverso un comunicato congiunto delle due società ed è destinato a cambiare lo scenario dei media statunitensi, favorendo la nascita di un vero e proprio colosso globale dei media.

La transazione, riporta l’Agi, comprende anche l’acquisizione da parte di At&t del debito di Time Warner, il che porterebbe il valore complessivo dell’operazione a quota 108,7 miliardi di dollari.

Il matrimonio tra le due società, che dovrebbe essere finalizzato entro il 2017, sarà effettuato in parte cash e in parte attraverso uno scambio di azioni: gli azionisti di Time Warner dovrebbero ricevere 107,50 dollari per azione in contanti e titoli. La fusione dovrà ora passare al vaglio delle autorità Usa per la concorrenza: la nuova società infatti peserà per più di 300 miliardi di dollari in borsa, con attività che vanno dalla telefonia ai media, passando per le attività via cavo e internet.

L’operazione è già stata bocciata da Donald Trump: il candidato repubblicano alla presidenza, ha già detto che “c’è troppa concentrazione di potere nelle mani di poche persone” e ha aggiunto che se dovesse essere eletto alla Casa Bianca il prossimo 8 novembre farà di tutto per bloccare la fusione.

AT&T e Time Warner: 300 miliardi di capitalizzazione

L’affare è la più grande fusione del 2016. Time Warner ha una valore di capitalizzazione di 68 miliardi di dollari, mentre quello di AT&T è di 233 miliardi.

La fusione At&t-Time Warner fa del nuovo gruppo un rivale di primissimo piano di Comcast, che possiede il principale concorrente di Time Warner, NBCUniversal, e rappresenta una minaccia anche per i colossi dei servizi on line di vendita e enterteinment come Amazon e Netflix. L’accordo inoltre, posiziona At&t in posizione di forza nei confronti del concorrente nel settore delle tlc Verizon, proprietario di Aol e in predicato per l’acquisto di Yahoo.

Secondo indiscrezioni di ambienti finanziari, At&t, per portare a termine l’operazione, avrebbe ottenuto una linea di credito di 40 miliardi di dollari: 25 miliardi da JP Morgan e 15 miliardi da Bank of America.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.