• Programmatic
  • Engage conference

19/03/2019
di Andrea Salvadori

Poligrafici, in arrivo il paywall. La pubblicità online cresce del 4,8% nel 2018

La società ha chiuso l’esercizio con ricavi netti consolidati pari a 160,7 milioni di euro e un utile di 0,5 milioni

Paywall in arrivo per i siti di Gruppo Poligrafici. E’ quanto si evince della nota di bilancio dell’editrice guidata dall’a.d. Andrea Riffeser Monti. Nel settore digitale, spiega il comunicato sui risultati del 2018, “sono allo studio ulteriori arricchimenti dei contenuti di informazione, anche con il trasferimento di quelli dai giornali cartacei, con l’obiettivo di sviluppare un sistema di paywall”. Il sito di informazione nazionale del gruppo, www.quotidiano.net, ed i correlati portali di informazione locale (legati alle testate il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno edIl Telegrafo) sono stati tra l’altro di recente oggetto di un restyling grafico al fine di adeguarne la fruizione ai dispositivi mobile. Il costante aggiornamento dell’area tecnologica e l’ampliamento dei contenuti hanno sostenuto la crescita degli indicatori di performancedigitali dei siti riconducibili a Quotidiano.netche registrano, nel 2018, 18,8 milioni di browserunici medi mensili (+22,5% rispetto al 2017) e 61,4 milioni di pagine viste mese (+15,6% rispetto al 2017, fonte Webtrekk). Anche la raccolta pubblicitaria online nazionale e locale, pari a 4,7 milioni di euro (al netto del costo acquisto spazi per applicazione IFRS 15), ha evidenziato segnali positivi con un incremento, a valori omogenei, del 4,8%.

I dati di bilancio

Gruppo Poligrafici ha chiuso l’esercizio con ricavi netti consolidati pari a 160,7 milioni, in calo rispetto ai 163,8 milioni del 2017. Il risultato economico, al netto delle imposte, registra un utile di 0,5 milioni contro una perdita di 2,9 milioni del 2017. I ricavi editoriali consolidati registrano una flessione del 6% mentre i ricavi pubblicitari consolidati aumentano dello 0,6%. La raccolta pubblicitaria sui quotidiani cartacei éditi dal Gruppo registra complessivamente un incremento dello 0,1%, con un risultato positivo in particolare per la commerciale nazionale (+4,8%), mentre la raccolta locale, comprensiva della rubricata, finanziaria e di servizio, segna una flessione del 2,8%. Il margine operativo lordo consolidato è positivo per 9,4 milioni rispetto ai 10,4 milioni dell’esercizio 2017. L’indebitamento finanziario netto consolidato al 31 dicembre 2018, pari a 25,2 milioni, evidenzia un debito a breve termine verso le banche e altri finanziatori di 11,6 milioni, un debito per leasing finanziari di 0,5 milioni, un debito per mutui di 14,8 milioni e crediti finanziari a lungo verso collegate per 1,7 milioni. Rispetto al 31 dicembre 2017, l’indebitamento finanziario consolidato si riduce di 5,6 milioni. L’organico medio del gruppo a tempo indeterminato del 2018 è pari a 833 dipendenti con una diminuzione di 3 unità rispetto al 2017.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI