• Programmatic
  • Engage conference

30/07/2019
di Simone Freddi

Mondadori, adv a -10% ma l'online cresce: +15%

Semestrale in chiaroscuro per il gruppo di Segrate: ricavi in calo del 2,8% ma perdite ridotte a -1,9 milioni di euro e target di fine anno confermati

Mondadori conferma le previsioni per il 2019 dopo aver realizzato nel primo semestre un miglioramento della perdita netta a 1,9 milioni, rispetto al rosso di 12,5 milioni di un anno prima. I ricavi consolidati nei primi sei mesi sono calati a 380 da 390,8 milioni, anche per l'effetto della cessione di Inthera e della testata Panorama. Migliorano però sia l'Ebitda sia la posizione finanziaria netta, che progredisce di 34,2 milioni a -204,2 milioni, “per effetto della continua generazione di cash flow ordinario”. Le stime per le attività in continuità (esclusa quindi Mondadori France), riferisce una nota, indicano ricavi in leggera contrazione, Ebitda adjusted in aumento a singola cifra, un risultato netto in significativa crescita nel range 30-35 milioni, cash flow ordinario intorno a 45 milioni, “creando le condizioni sostenibili per un possibile futuro ritorno al dividendo”. Quanto alle prospettive della società, Mondadori "proseguirà il percorso di riposizionamento strategico e ulteriore focalizzazione sui core business - si legge - in particolare consolidando la leadership nell'Area Libri, perfezionando la cessione di Mondadori France e individuando nuove aree di sviluppo".

Pubblicità, cresce la quota del digitale

Guardando in particolare all'area Periodici della Mondadori, questa ha registrato ricavi per 130,9 milioni di euro rispetto ai 147,5 milioni di euro nel primo semestre 2018 (-3,9% al netto delle cessioni di Inthera e di Panorama). Nel dettaglio, i ricavi diffusionali e relativi ai prodotti collaterali registrano una riduzione complessiva del 12,5% rispetto al primo semestre 2018 (-5,9% al netto dalla cessione di Panorama); i ricavi pubblicitari risultano complessivamente in contrazione del -10,2%. In controtendenza c'è il canale digital, che ha evidenziato una crescita del +15% circa rispetto al primo semestre 2018. L’incidenza dei ricavi digital sul totale è salita al 39% circa rispetto al 30% del primo semestre 2018. Il Gruppo Mondadori, sottolinea la nota, si conferma il primo editore digitale italiano nell’ultima rilevazione comScore di maggio, con una reach del 77% e 29,3 milioni di utenti unici nel mese.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI