• Programmatic
  • Engage conference

20/12/2016
di Lorenzo Mosciatti

Mediaset, Vivendi ora ha il 25,75%; il titolo cresce di oltre il 23% a Piazza Affari

Fininvest ha intanto presentato alla Consob un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti del gruppo francese

Apertura e chiusura col botto in Piazza Affari per Mediaset. Il titolo del gruppo di Cologno ha avviato gli scambi con un forte aumento e con una serie di sospensioni per eccesso di rialzo. A fine seduta la crescita è stata di oltre il 23% a quota 4,44 euro. Nella giornata di scambi è passato di mano il 10,2% del capitale sociale. Il mercato ha dunque risposto così al comunicato diffuso lunedì sera con il quale Vivendi ha annunciato l’intenzione di passare dall’attuale 20% al 30% del capitale di Mediaset. A fine seduta Vivendi ha comunicato di avere il 25,75% del capitale di Mediaset e il 26,77% dei diritti di voto. Nella nota di lunedì la società controllata da Vincent Bolloré, dopo aver ripercorso le tappe dei rapporti con Mediaset a partire dall'accordo dell'8 aprile, data della sigla di "una partnership strategica ed industriale", che come primo passo avrebbe portato Vivendi a rilevare il 3,5% di Mediaset e il 100% di Premium in cambio del 3,5% del capitale di Vivendi, ha ricordato come "la prevista acquisizione di Mediaset Premium ha portato a un causa legale e le proposte di Vivendi per risolvere in via amichevole il contenzioso non sono state accolte da Mediaset e dal suo azionista Fininvest". Al fine di anteporre "l'interesse strategico della partnership" al contenzioso legale, Vivendi ha dunque deciso di diventare il secondo azionista industriale di Mediaset acquisendo per iniziare il 20% del capitale di Mediaset. In seguito all'incontro del ceo di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine, con l'a.d. di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, il 16 dicembre e al comunicato stampa diffuso da Mediaset il 17 dicembre e considerando le recenti posizioni di Fininvest, "il consiglio di gestione di Vivendi riunito oggi, con l'autorizzazione del consiglio di sorveglianza, ha deciso di aumentare l'investimento in Mediaset con l'acquisto di altre azioni a seconda delle condizioni di mercato entro il limite del 30% del capitale e dei diritti di voto". In risposta alla nuova mossa del gruppo francese, Fininvest ha presentato a Consob un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti di Vivendi. “Con il suo annuncio, Vivendi prosegue in una strategia molto aggressiva che, mossa dopo mossa, non fa che confermare tutte le irregolarità e le gravi violazioni evidenziate da Fininvest nelle denunce e negli esposti presentati alla Procura della Repubblica e alla Consob, con il deposito di adeguata documentazione", spiega Fininvest. "A queste prime azioni giudiziarie altre faranno seguito, sul piano sia penale che civile e amministrativo. Nessun profilo di intervento verrà trascurato”. L'atto fa seguito alla denuncia presentata da Fininvest alla Procura della Repubblica di Milano lo scorso 13 dicembre scorso , inviata allora per conoscenza anche proprio alla Consob. Nell'esposto Mediaset chiede alla Commissione di esercitare i poteri che le norme le attribuiscono in materia. I legali di Fininvest, precisa poi la società, hanno depositato presso la Procura della Repubblica di Milano ulteriori documenti relativi alla vicenda.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI