• Programmatic
  • Engage conference

12/10/2018
di Lorenzo Mosciatti

La parte "operation" di Mediaset Premium presto a Sky

Il gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi avrebbe deciso di esercitare l’opzione put prevista dall'accordo del 30 marzo

Mediaset avrebbe deciso di vendere la “piattaforma” Premium a Sky. L’accordo del 30 marzo, che ha permesso a Sky di sbarcare con un’offerta pay sul digitale terrestre, prevedeva la possibilità per il gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi di esercitare l’opzione put e vendere al broadcaster la piattaforma operativa di Premium, inserti allora nel veicolo societario R2. La finestra per esercitare l’opzione put è compresa fra l’1 e il 30 novembre. E Mediaset avrebbe deciso di esercitarla già il 1 novembre, anche per accellerare i tempi in attesa del via libera all’operazione da parte dell'Antitrust. Sky comprerà da Mediaset la parte “operation” di Premium, ovvero il customer care, il marketing, la manutenzione tecnica, l’accesso condizionato e le attività commerciali. Il gruppo di Cologno Monzese continuerà invece a fare l'editore dei suoi canali con il marchio Premium. L’intesa del 30 marzo ha determinato anche l’arrivo all’interno dell’offerta di Sky dei canali di cinema e serie tv di Premium, con le esclusive Warner sino al dicembre del 2020 e quelle di Universal, con cui è attualmente in corso la trattativa per il rinnovo. Inoltre, l’intesa permetterà lo sbarco di tutti i canali free-to-air di Mediaset sull’offerta satellitare di Sky dal 1 gennaio 2019.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI