• Programmatic
  • Engage conference

20/12/2019
di Cosimo Vestito

L'antitrust francese ha multato Google per 150 milioni di euro

Big G è accusata di aver sospeso o bloccato ingiustificatamente alcuni inserzionisti e di aver imposto loro condizioni eccessivamente svantaggiose

L’autorità per la concorrenza francese ha comminato a Google una multa da 150 milioni di euro per condotte anticoncorrenziali. La sanzione riguarda Google Ads, il servizio che permette di inserire annunci pubblicitari all’interno delle pagine di ricerca. In particolare, Big G è accusata di aver sospeso o bloccato ingiustificatamente alcuni inserzionisti e di aver imposto loro condizioni eccessivamente svantaggiose. La compagnia, che ha già annunciato di voler ricorrere in appello contro questo provvedimento, ha spiegato che il caso ha riguardato Gibmedia, una società di servizi digitali che faceva pubblicità attraverso la sua piattaforma con inserzioni pubblicitarie discutibili e in alcuni casi ingannevoli. Per questa ragione Google aveva deciso di sospendere gli account di Gibmedia, impedendo di fatto all’azienda di proseguire nelle proprie attività. Isabelle de Silva, capo dell’antitrust francese, ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa che Google avrebbe approfittato della propria posizione dominante nel settore della pubblicità online in modo “straordinario”, finendo per tenere per sé una quota di mercato pari a circa il 90 per cento.. La multa arriva in un momento in cui la Francia e altri paesi europei stanno mantenendo alto il livello di controllo su colossi tecnologici statunitensi. A settembre, Google ha accettato di pagare quasi un miliardo di euro alle autorità francesi per mettere fine ad una inchiesta per frode fiscale iniziata quattro anni fa.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI