• Programmatic
  • Engage conference

01/04/2019
di Caterina Varpi

Condé Nast: La Cucina Italiana presto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna in versione web

La testata debutterà nei due Paesi prima con un sito e una specifica presenza social, poi con eventi dedicati e la Scuola di Cucina, infine con il magazine

Cucina-Italiana-Pasqua.jpg

La Cucina Italiana lancerà a partire da settembre lancerà una versione web dedicata al mercato statunitense e a quello britannico. Dopo aver sviluppato negli ultimi due anni nuove brand extension, come le partnership con Iulm per il primo Master in Nutrizione e Cucina e quella con il catering Papillon 1990, la pubblicazione con Vallardi Editore di una collana di manuali di ricette, trucchi e tecniche e il recente approdo su Amazon Alexia, la testata Condé Nast prosegue così il suo percorso di sviluppo. Già presente in Repubblica Ceca, Turchia e Serbia, La Cucina Italiana si appresta ad affrontare in successione i mercati statunitense e britannico rispettivamente a settembre e a novembre, per poi raggiungere Germania, Francia e Spagna. Il magazine diretto da Maddalena Fossati Dondero ha registrato a inizio 2019 una crescita della diffusione pari al 12% rispetto all’anno precedente a cui si aggiungono una audience di 5 milioni di utenti unici al mese per il sito Internet e una base di fan e followers di 1,5 milioni sui canali social, riporta il comunicato stampa. Con più di 25 mila ricette, articoli e video originali, La Cucina Italiana sbarcherà negli Stati Uniti e in Gran Bretagna prima con un sito e una specifica presenza social, poi con eventi dedicati e la Scuola di Cucina, infine con il magazine. Grazie alla direzione strategica e operativa della sede italiana di Condé Nast con il supporto editoriale del team digital gestito da Sabina Montevergine, La Cucina Italiana in questo nuovo progetto, punterà sia sul know-how e sulle competenze made in Italy che su editor e key account commerciali di esperienza e talento. “La nostra espansione dimostra come un brand acquisito nel 2013 e interamente gestito da Condé Nast Italia possa diventare internazionale e multimediale” dice Francesca Airoldi, Direttore Generale Sales and Marketing di Condé Nast Italia. “La missione non è solo quella di esportare l’eccellenza della cucina e del cibo made in Italy, grazie ad un unico hub editoriale che fa capo a Maddalena Fossati che coordinerà tutte le attività degli editor nei diversi paesi, ma anche quella di guidare e accompagnare i marchi italiani grazie a una comunicazione attenta alle richieste, alle esigenze e alle specificità dei mercati esteri”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI