• Programmatic
  • Engage conference

06/11/2018
di Lorenzo Mosciatti

Italiaonline: nei primi nove mesi utile di 3,8 milioni e digital advertising a +24,4%

La società guidata dal Ceo Antonio Converti chiude il periodo con ricavi consolidati in calo ma segnala un incremento del fatturato digitale del 7%

Antonio Converti

Antonio Converti

Italiaonline chiude i primi nove mesi 2018 con ricavi consolidati pari a 236,2 milioni, in calo rispetto ai 248,9 milioni al 30 settembre 2017. L’evoluzione del dato riflette da una parte il continuo sviluppo dei ricavi digitali, sostenuti dall’aumento a doppia cifra del segmento digital advertising, dall’altra il proseguimento del calo atteso e strutturale dei prodotti tradizionali basati sugli elenchi telefonici e la telefonia. I ricavi digitali nel periodo di riferimento si sono attestati infatti a 177,8 milioni in crescita del 7% su base annua, con un’incidenza del 75% sul fatturato complessivo in aumento di punti percentuali rispetto al pari periodo 2017. La crescita dei ricavi digitali è stata sostenuta dal segmento digital advertising che al 30 settembre 2018 ha riportato un aumento del 24,4%. In particolare nel terzo trimestre 2018 la società evidenzia, accanto alla crescita del segmento digital advertising (+20,1%), un miglioramento del segmento presence, relativo all’offerta iOL Connect e iOL Website, che registra un calo dell'1,8% anno su anno in miglioramento rispetto al -5,1% del secondo trimestre 2018. L’ebitda al 30 settembre 2018 è pari a 60,2 milioni (55,9 milioni al 30 settembre 2017), l’Ebitda margin è pari al 25,5% (22,5% al 30 settembre 2017). L’utile netto al 30 settembre 2018 è pari a 3,8 milioni rispetto agli 8 milioni dei primi nove mesi 2017, in conseguenza degli oneri non ricorrenti legati al piano di riorganizzazione aziendale varato nel corso dell'esercizio. La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2018 è positiva per 58,7 milioni di euro (72,9 milioni al 31 dicembre 2017). “Siamo soddisfatti della continua crescita dei ricavi digitali che nei primi nove mesi dell’esercizio è risultata pari al 7%, ancora una volta supportata dal segmento ‘digital advertising’ (+24,4%) oltre che dal progressivo miglioramento della tendenza del segmento ‘presence’", commenta Antonio Converti, a.d. di Italiaonline. "Consideriamo inoltre molto positivo l’accordo firmato nel mese di luglio con le organizzazioni sindacali, che non prevede licenziamenti ma adesioni volontarie all’esodo incentivato per 245 posizioni ed altre misure tra cui la creazione di una nuova divisione 'Digital Factory' a Torino, passaggi entrambi importanti e necessari per indirizzare il futuro digitale dell’azienda. Infine gli ottimi risultati del prodotto PG Casa, il nostro portale verticale dedicato ai servizi per la casa, che in pochi mesi è divenuto rapidamente il secondo player in Italia, confermano la bontà delle nostra visione strategica mirata alla evoluzione delle Pagine Gialle da una parte verso il modello di digital location plaftorm (iOL Connect) e dall’altra verso il modello dei marketplace verticali, di cui PG casa è un esempio di successo”. Sulla base delle informazioni ad oggi disponibili, per l’esercizio 2018 Italiaonline conferma la guidance già descritta in occasione dell’approvazione dei risultati al 30 giugno 2018 che prevede una lieve flessione dei ricavi consolidati rispetto all’esercizio 2017, con una performance comunque in forte miglioramento rispetto a quella del 2017. Italiaonline conferma quindi la decisa e progressiva crescita dei ricavi digitali nel corso dell’esercizio. L’ebitda 2018 è confermato in crescita percentuale a doppia cifra rispetto al 2017. Infine Italiaonline conferma che le disponibilità liquide alla fine dell’esercizio sono attese in crescita percentuale a doppia cifra rispetto al dato al 31 dicembre 2017.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI