• Programmatic
  • Engage conference

04/04/2019
di Caterina Varpi

Italiaonline su Amazon Alexa con le skill di Virgilio

Il format e la selezione dei contenuti sono opera dello staff di Virgilio Video che ha individuato i temi più curiosi per realizzare video, audio e testi originali

alexa-virigilio.jpg

Italiaonline ha realizzato le due skill ufficiali "Virgilio grandi e piccoli perché" e "Virgilio grandi e piccoli perché (kids)" presenti nello Skill Store Amazon e attivabili su tutti i dispositivi Amazon Echo. I due strumenti presenteranno due nuovi contenuti ogni giorno (uno per i grandi, uno per i più piccoli) realizzati da Italiaonline per 365 giorni l’anno, 100% originali, per rispondere ai mille perché in materia di scienza, natura, storia, curiosità, modi di dire. Il format e la selezione dei contenuti sono opera dello staff di Virgilio Video che ha individuato i temi più curiosi per realizzare video, audio e testi originali, appositamente studiati per arricchire la fruizione del proprio Sommario Quotidiano. I grandi e i piccoli perché di Virgilio funzionano su tutti i dispositivi della famiglia Amazon Echo. È possibile abilitare le skill direttamente tramite lo Skill Store su Amazon.it visitando la pagina di “Virgilio Piccoli e grandi perchè” e di “Virgilio grandi e piccoli perché (kids)”, oppure tramite l’App di Alexa, per avere ogni giorno la risposta a un grande o piccolo perché. “I contenuti rappresentano sempre di più l'elemento chiave per creare e rafforzare il legame con i propri utenti, i quali oggi hanno una customer journey distribuita su differenti device e piattaforme”, ha dichiarato Domenico Pascuzzi, Direttore Marketing della Business Unit Large Account di Italiaonline. “Il nostro obiettivo di publisher è quello di essere presenti sui device che i nostri utenti usano tutti i giorni con contenuti utili e rilevanti. Per questo abbiamo deciso di lanciare una nuova linea di contenuti voice, pensati appositamente per questo canale in grande crescita e che si rivolgono a un target di adulti e bambini che vogliono informarsi e divertirsi”. Domenico Pascuzzi  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI