• Programmatic
  • Engage conference

17/12/2019
di Lorenzo Mosciatti

Hearst Italia vara un profondo piano di riorganizzazione aziendale

L'editrice opererà sul mercato con le divisioni Hearst Solutions, B2C Content & Consumer Experience, Hearst Global Design e Business Execution

Massimo Russo

Massimo Russo

Hearst Italia vara un profondo piano di riorganizzazione aziendale con l'obiettivo di valorizzare i propri asset editoriali. Lo annuncia in una nota il gruppo che edita testate come Marie Claire, Elle, Cosmopolitan, Gente, Esquire e, da febbraio 2020, la new entry Harper's Baazar. "Giacomo Moletto, Ceo Hearst Italia e Western Europe, vara un piano di riorganizzazione aziendale per valorizzare, in modo sempre più integrato, le risorse, le competenze, le opportunità e le strategie che solo un network globale come Hearst può garantire, mettendo al centro dell'operazione gli asset più rilevanti di cui il gruppo dispone: eccellenza nella produzione di contenuti, brand autorevoli e capacità di offrire risposte ai bisogni dei clienti pubblicitari", si legge nel comunicato. Nascono quindi le seguenti nuove divisioni con riporto diretto al Ceo: Hearst Solutions, B2C Content & Consumer Experience, Hearst Global Design e Business Execution.

Hearst Solutions

Hearst Solutions è la divisione B2B di cui Robert Schoenmaker è stato di recente nominato managing director prendendo così le redini della concessionaria pubblicitaria interna al posto di Marco Cancelliere. Ha l’obiettivo di offrire alle aziende clienti progetti di comunicazione on, off line e on life. Hearst Solutions è composta da tre aree: Client Relations (le reti commerciali nazionali e internazionali), Agency e Events. Le Reti Commerciali domestic e international riportano a Schoenmaker e mantengono la corrente organizzazione, rafforzata da un'unica visione strategica che potrà beneficiare di maggior scambio e confronto con casa madre e gli altri paesi, soprattutto sui temi digitali. Robert Schoenmaker L'area Agency sarà guidata da Simona Zanette, che mantiene il ruolo di  Amministratore Delegato Hearst Digital, e si occuperà di iniziative speciali domestic, affidate a Francesca Snidershich, iniziative speciali internazionali, white label e custom publishing. L'area Events sarà guidata da Maddalena Onofri, che mantiene anche la direzione di pr & communications in riporto diretto con il Ceo Giacomo Moletto, viene rafforzata da Giorgia Veltri che assume il ruolo di Events Director.

La divisione B2C Content & Consumer Experience

La divisione B2C Content & Consumer Experience è affidata a Massimo Russo, managing director, che mantiene anche il ruolo di Chief Digital Officer Western Europe. Qui confluiscono gli staff editoriale (cartacei e digitali), l’area publisher gestita da Michela Alpi, Publishing Director Luxury Brands, e l’area abbonamenti e diffusione che fa capo a Cristina della Ragione, Marketing Operations Director, che continuerà a mantenere anche la gestione delle attività di IT. Solo per queste ultime continuerà a riportare a Marcello Sorrentino, managing director Finance and Operation Southern Europe. Robert Schoenmaker La divisione Content & Consumer Experience si occupa della produzione dei contenuti e della loro organizzazione, della gestione strategica e operativa dei brand, della distribuzione - stampa e digital, sia su piattaforme proprietarie sia di terze parti - , della consumer experience e dei ricavi b2c.

Hearst Global Design e Business Execution

Viene inoltre costituita Hearst Global Design, la divisione guidata da Roberta Battocchio, managing director. Hearst Global Design concentra tutte le attività di produzione contenuti, Consumer Experience, Sales (nazionali e internationali), Agency e Events nell’ambito del settore design e interior decoration che, per le sue specificità, merita una gestione unitaria e separata del business. Continua  inoltre a riportare direttamente al Ceo Giacomo Moletto la divisione Business Execution, diretta da Silvia Esposti , che supporta il business nell’implementazione delle linee strategiche e nella definizione delle priorità nello sviluppo dei ricavi pubblicitari.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI