• Programmatic
  • Engage conference

06/09/2019
di Alessandra La Rosa

Facebook e Google finiscono nel mirino dell'Antitrust USA

Otto stati guidati dal procuratore di New York indagano su possibili condotte anti-concorrenziali di Menlo Park riguardo privacy e costi dell'adv. E dal Texas parte un'altra inchiesta contro Big G

Facebook nel mirino dell'Antitrust USA. Un gruppo di stati - New York, Florida, Colorado, Iowa, Nebraska, North Carolina, Ohio, Tennessee e il Distretto di Columbia -, guidati dal procuratore generale di New York Letitia James, hanno lanciato un'inchiesta contro la società di Menlo Park, volta a indagare su possibili violazioni delle norme anti monopolio. L'indagine, secondo quanto affermato da Letitia James in un comunicato ufficiale, si concentrerà sulla "dominanza industriale di Facebook e le sue condotte potenzialmente anti concorrenza derivanti da questa dominanza", cercando di determinare se le azioni di Facebook possano "aver messo in pericolo i dati dei consumatori, ridotto la qualità delle scelte o aumentato il prezzo della pubblicità". "Anche la più grande piattaforma di social media deve seguire la legge e rispettare i consumatori", ha spiegato il procuratore. Facebook, dal canto suo, ha fatto sapere che collaborerà con i procuratori generali dei vari stati che hanno avviato l'indagine antitrust, sottolineando comunque chei suoi clienti possono scegliere fra i suoi servizi e hanno la possibilità di lasciare la piattaforma. Poco dopo la nota diffusa, la società di Menlo Park ha fatto un tonfo a Wall Street, con il titolo intorno al -2%. L'indagine sarà affiancata, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, da un'inchiesta su Google guidata dal procuratore del Texas, Ken Paxton e appoggiata da diverse decine di procuratori americani. L'accusa, in questo caso, sarà ufficialmente avviata lunedì 9 settembre, e potrebbe anche coinvolgere altre grosse tech company. Google intanto, attraverso un portavoce, ha promesso di cooperare con le indagini.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI