• Programmatic
  • Engage conference

08/03/2019
di Lorenzo Mosciatti

Editoriale Il Fatto, la quotazione in Borsa al via il 14 marzo

La società guidata dall'a.d. Cinzia Monteverdi offrirà sul mercato AIM Italia il 25,7% del capitale

Cinzia Monteverdi

Cinzia Monteverdi

Società Editoriale Il Fatto ha presentato la domanda di ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie della società sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana. L’ammissione è prevista per martedì 12 marzo, mentre il primo giorno di quotazione dell'editri de Il Fatto Quotidiano è atteso per giovedì 14 marzo. Il collocamento è strutturato mediante un’offerta in vendita di azioni proprie per un numero complessivo di oltre 6,4 milioni di azioni, pari al 25,7% del capitale sociale. Alle azioni sono abbinati gratuitamente i warrant denominati “Warrant SEIF 2019-2021”. La società guidata dall'a.d. Cinzia Monteverdi, come già comunicato al mercato, intende destinare i proventi della quotazione al proprio piano di crescita (la raccolta dovrebbe ammontare ad oltre 5 milioni di euro), che prevede uno sviluppo in chiave digitale e data driven e una diversificazione del portafoglio di prodotti, con particolare attenzione alla produzione televisiva e allo sviluppo di Loft, la piattaforma di contenuti per la web tv. Per quanto riguarda Il Fatto Quotidiano, il gruppo ha già accellerato dallo scorso anno il processo di digitalizzazione del business affidandosi da un lato a Weborama, per profilare la sua community di lettori e renderli più appetibili agli investitori pubblicitari, dall'altro a Moving Up, la società guidata da Marco Valente che ha acquisito la concessione pubblicitaria del sito diretto da Peter Gomez. La concessionaria pubblicitaria del cartaceo è invece Sport Network.

Bilancio e azionisti

Editoriale Il Fatto ha chiuso il 2017 in utile, con ricavi per oltre 26 milioni di euro, un’Ebitda di oltre 1,7 milioni e una Posizione Finanziaria Netta pari a 6,7 milioni. Al 30 giugno 2018 la società presentava un utile di 183.000 euro, registrava ricavi di circa 14 milioni, un Ebitda di oltre 1,5 milioni e una Posizione Finanziaria Netta pari a 4,5 milioni. La stima dei ricavi al 31 dicembre 2018 è di 27,6 milioni di euro. I principali azionisti di Seif sono oggi Cinzia Monteverdi e Antonio Padellaro, entrambi con il 16,26% delle quote, mentre Chiare Lettere e Edima detengono ciascuno l’11,34% del capitale della società, seguiti da Francesco Aliberti con il 7,35%. Altri azionisti, tra cui alcune delle firme di punta della testata, da Marco Travaglio a Peter Gomez e Marco Lillo, detengono invece quote inferiori al 5% per un complessivo 11,77%. Nel processo di ammissione alla quotazione, Società Editoriale Il Fatto è affiancata da Advance SIM nel ruolo di Nomad e Joint Global Coordinator, da Fidentiis nel ruolo di Joint Global Coordinator e da Emintad Italy in qualità di financial advisor. Directa SIM è l’intermediario finanziario incaricato della ricezione di ordini per il segmento retail. Nctm agisce in qualità di legal advisor, Kpmg come società di revisione, Studio Gnudi come advisor fiscale e A2B come advisor per i dati extracontabili. Close to Media è consulente per la comunicazione.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI