• Programmatic
  • Engage conference

18/09/2020
di Roberta Simeoni

VICE e Mahmood con Levi's per la prima edizione italiana del “Levi’s Music Project”

Dopo 5 anni di edizioni internazionali, il progetto del brand finalizzato a supportare la musica nelle periferie è sbarcato anche a Milano

Mahmood per il Levi's Music Project di Milano

Mahmood per il Levi's Music Project di Milano

Levi’s sceglie VICE e Mahmood per la prima edizione italiana del “Levi’s Music Project”. Dal 2015 Levi’s ha lanciato Levi’s Music Project, al fine di supportare la musica nelle periferie.

E dopo 5 anni di giri intorno al mondo, il progetto è sbarcato anche a Milano.

Finalmente 14 talenti emergenti della periferia meneghina hanno avuto la possibilità di lasciarsi ispirare da un grande artista, che li ha guidati e incoraggiati fino alla conclusione del progetto.

L’iniziativa è stata curata e resa possibile grazie alla direzione creativa e al supporto tecnico di VICE e del proprio team.

Prima di sbarcare a Milano LMP parte da New York con Alicia Keys, passa dal Regno Unito e incontra Skepta, dalla Spagna insieme a Rosalia, tanto per citarne alcuni.

E poi, Gratosoglio, Milano, 2020: Mahmood è l’anima guida di questa nuova experience. Attraverso questo viaggio l’artista racconta della sua carriera artistica, partendo proprio dalle sue radici, descrivendo il primo approccio ai suoi testi, come e dove è stato ispirato.

Levi’s sceglie proprio lui come simbolo del quartiere, come sinonimo di autenticità e, soprattutto, per il legame con una zona periferica così difficile. Lui ce l’ha fatta, è stato autore di hit ed è una delle migliori rivelazioni della nuova scena italiana. 

Il viaggio inizia proprio da qui, dal centro di questa periferia ai confini di una Milano frenetica, luogo in cui spesso i talenti hanno necessità di esprimersi attraverso la musica, ma vengono spesso ostacolati dalle poche risorse economiche con le quali devono rapportarsi.

"Siamo incredibilmente entusiasti di espandere il Levi's Music Project a Milano in collaborazione con un artista del calibro di Mahmood”, dichiara Anit van Eynde, Levi's VP Marketing Europe.

“Il suo coinvolgimento non solo testimonia l'importanza di questa iniziativa, ma ci consente anche di fornire una piattaforma per l'educazione musicale a supporto della comunità locale grazie ad artisti che hanno un forte legame con questo territorio. Siamo anche estremamente orgogliosi di lanciare questo programma in un momento in cui il mondo ha dovuto affrontare la sfida più incredibile, questa crisi ha lasciato decimati gli spazi creativi e le giovani comunità di artisti, quindi siamo molto grati di essere in grado di sostenere questa nuova generazione di talenti”, conclude van Eynde.

La cornice del Levi’s Music Project di Milano

Il team di VICE ha individuato nel teatro Pacta la cornice ideale all’interno della quale far muovere i primi passi ai ragazzi e dove, insieme, hanno creato una traccia audio che rappresenta tutti, senza distinzione alcuna.

Il brano è poi diventato la colonna sonora dello short film che è stato girato in seguito. 

A supportare il lavoro di Mahmood: Silvia Tofani, autrice e MUUT (Francesco Fugazza e Marcello Grilli) musicisti e produttori. Insieme, infatti, hanno guidato e stimolato il processo creativo dei 14 talenti.

“Mai mi sarei aspettato di emozionarmi così tanto per un progetto, è la prima volta e non avrei immaginato un coinvolgimento così grande. Tutto ciò che ho imparato raccontando la mia esperienza a questi ragazzi è un regalo immenso, che è servito tanto anche a me per ritrovarmi, ho rivisto nei loro occhi il me di 5 anni fa e mi ha fatto emozionare”, ha raccontato Mahmood.

Via via, passo dopo passo, i talenti, insieme ai loro coach, hanno imparato a tirar fuori il proprio DNA, la propria identità e a trasformarla nel loro personalissimo viaggio musicale.

E, per concludere, arriva “Back to us”, uno short movie realizzato a coronamento del progetto, che vede protagonisti i 14 talenti, lo stesso Mahmood e tutto il team che lo ha supportato durante quest’avventura.

Il corto, come anticipato, ha come soundtrack originale la traccia che, insieme, hanno creato i musicisti, un viaggio che esplora il quartiere, le origini, l’inizio di tutto. Sarà online a partire dal 18 settembre.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI