Teads al FuoriSalone con Wonderbox, un evento di 3 giorni dedicato al digital advertising

Un’installazione artistica e tre giorni di appuntamenti per parlare delle nuove frontiere della pubblicità digitale. Il 18 luglio, l’intervento di Lucio Mormile al Programmatic Day

di Caterina Varpi
10 aprile 2018
teads-wonderbox

Teads presenta Teads Wonderbox, un evento di tre giorni che si inserisce nel calendario ufficiale del FuoriSalone durante la Milano Design Week (leggi l’articolo sulla crescita di Teads nel 2017, in cui si introduceva l’evento).

In occasione della Settimana del Design, Teads apre al pubblico le porte dei suoi uffici milanesi, in Via Tortona 37, nelle giornate del 17, 18 e 19 aprile per consentire di visitare un tunnel della comunicazione interattivo dedicato a come le tecnologie interattive stanno cambiando lo scenario dei media online nel segmento dell’advertising. Un’esperienza lunga quasi 15 metri in cui il visitatore, attraverso ambientazioni diverse, potrà decodificare e scoprire come le tecnologie digitali hanno definito un nuovo scenario grazie soprattutto all’intelligenza artificiale e all’interattività.

L’iniziativa sarà anche aperta al pubblico in orari prestabiliti ma il 17 e il 19 ospiterà workshop e panel session aperti solo gli addetti ai lavori. Mentre il 18 l’agenda sarà sviluppata in collaborazione con Programmatic Day. L’agenda dell’evento è, infatti, declinata su 3 appuntamenti distinti, ognuno dei quali approfondisce tematiche differenti.

Il 17 aprile Teads, affiancata da esponenti del settore, ospiterà una serie di speech e panel dedicati ai temi caldi dell’advertising digitale, come brand safety, creatività e pubblicità sostenibile, e presenterà in anteprima i risultati di una ricerca condotta con la School of Management del Politecnico di Milano per capire come i processi creativi tengono conto delle tecnologie digitali e dell’esperienza degli utenti sui vari device. UPA, IAB (Italia e Europe), Hearst e Editoriale Domus terranno le redini dei concetti di clean advertising, trasparenza, viewability e user experience. Agenzie creative, Samsung, Msc Crociere, insieme a due ospiti internazionali spalancheranno gli occhi dei visitatori mostrando esperienze di marketing e comunicazione immersive, al limite del teletrasporto.

Il 18 aprile, il focus si sposterà sul programmatic, con l’intervento di Lucio Mormile, Head of Business Development di Teads Italia, sul palco del Programmatic Day, presso l’Auditorium IULM, in via Carlo Bo 7, mentre l’ufficio sarà aperto alle visite del pubblico consumer e l’appuntamento si concluderà in serata con aperitivo e DJ set presso via Tortona 37, in collaborazione con Campari.

A concludere l’agenda dell’evento il 19 aprile, sarà un panel verticale dedicato alla leadership femminile dal titolo “Stories Of Female Entrepreneurs And Leadership”. L’appuntamento sarà moderato da Eliana Salvi di PinkTrotters. Le protagoniste sono Alicia Matilde Lubrani di Samsung, la chef Cristina Bowerman (con un contributo video), Fjona Cakalli di Tech Princess, Francesca Grilli di alfemminile, Cristina Fogazzi alias Estetista Cinica, Rosaria Coppola di Grandi Giochi, Emanuela Donetti di Urbano Creativo e molte altre che saranno presto annunciate.

L’installazione a cura di Max Falsetta Spina

Protagonista visivo di questo evento sarà un’installazione artistica che, attraverso un percorso multisensoriale diviso in più stanze, illustrerà i concetti alla base dell’esperienza pubblicitaria digitale: intelligenza artificiale, virtual reality, interattività e advertising sostenibile. L’opera porta la firma di Max Falsetta Spina, fondatore dello studio Overtherainbow e mente delle vetrine di alcune delle più importanti case di moda al mondo.

L’installazione apre con una prima stanza, la Teads Galaxy, che illustra la nascita dell’outstream, la storia di Teads e alcuni esempi di campagne pubblicitarie di successo, realizzate con i brand partner dell’iniziativa.

Da qui, si accede alla seconda sala, Clean Advertising, in cui il visitatore viene immerso nella rappresentazione metaforica del concetto di pubblicità pulita.

Nella terza stanza, all’interno di un’ambientazione vintage, l’utente entra in uno spazio fuori dal tempo per comprendere in maniera disruptive com’è cambiata la pubblicità, dalla vecchia televisione agli smartphone Samsung Galaxy S9 e S9+, da un approccio passivo ad una relazione attiva fatta di interattività e conversazionalità.

Il percorso prosegue con una sala dedicata ad uno dei temi più importanti e sfidanti del settore: la viewability. Un gioco fatto di specchi e di luci è l’espressione metaforica del tema più caldo dell’advertising online.

Nella penultima stanza, il visitatore si immerge in una realtà virtuale grazie ai visori Samsung VR che gli permettono di vivere un’esperienza immersiva nel brand stesso.

In conclusione, attraverso l’ologramma di un ospite speciale di base a New York, verranno offerti gli ultimi spunti di riflessione per capire che ne sarà dei media nel prossimo futuro e come la convergenza dei nuovi media con i nuovissimi media possa aprire la porta di un futuro al limite della fantascienza.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.