Outbrain inaugura i Native Business Breakfast; l’Head of Sales Grassini: «Noi tra le prime dieci concessionarie italiane»

La piattaforma tecnologica guidata in Italia da Sebastiano Cappa ha organizzato un appuntamento in cui aziende e partner si sono confrontati sui temi legati alla pubblicità nativa. Intervenuti Red Bull, Danone e Fastweb

di Cosimo Vestito
09 maggio 2019
outbrain-native business breakfast

Si è svolto oggi il primo Native Business Breakfast di Outbrain, una tavola rotonda aperta a clienti e aziende interessati ad approfondire le opportunità e le prospettive offerte dalla pubblicità nativa.

Il confronto, unico nel suo genere, organizzato presso gli uffici milanesi di Red Bull, è stato animato dalle testimonianze di tre clienti della piattaforma tecnologica guidata in Italia dal Managing Director Sebastiano Cappa: Danone, Fastweb e lo stesso marchio di bibite energetiche.

I lavori sono stati dapprima aperti da Fabio Grassini, Head of Sales di Outbrain: «Questo sarà il primo di una serie di appuntamenti concepiti con l’obiettivo di raccontare le esperienze di chi ha lavorato con noi e vuole condividere sia le strategie sia i risultati che ha ottenuto dalle opportunità che Outbrain porta sul mercato. Intendiamo esaminare la pubblicità nativa come mercato, come modalità di fruizione di contenuti e come piattaforma di comunicazione».

La spesa in pubblicità nativa in Europa quest’anno è pari a 11,4 miliardi di euro e, secondo le stime, raggiungerà i 13,2 miliardi nel 2020: si tratta dunque di un comparto in continua crescita, in cui la piattaforma gioca già un ruolo da protagonista. Per quanto riguarda il mercato italiano nello specifico, ha sottolineato Grassini, in seguito alla fusione con Ligatus, Outbrain ha ottenuto una posizione ancora più importante rientrando tra le prime dieci concessionarie pubblicitarie.

Guarda la videointervista a Sebastiano Cappa, Managing Director per l’Italia, e a Fabio Grassini, Head of Sales di Outbrain, a margine del Native Business Breakfast:

1,2 miliardi di utenti unici al mese, più di 275 miliardi di raccomandazioni mensili, collaborazioni con oltre l’80% di editori premium: questi i numeri registrati dalla struttura a livello globale, che utilizza il suo algoritmo per individuare gli interessi degli utenti in modo da fornire loro una navigazione personalizzata di qualità.

«A fronte del calo della fruizione della televisione lineare e della tradizionale radio FM, e delle difficoltà ultimamente riscontrate dai formati display, la pubblicità nativa non può che configurarsi come il futuro della pubblicità digitale», ha aggiunto Grassini.

Outbrain Native Business Breakfast, gli interventi di Red Bull, Danone e Fastweb

Hanno poi preso la parola, condividendo con gli ospiti alcuni casi specifici di campagne di pubblicità native, le tre aziende clienti di Outbrain presenti all’incontro: i padroni di casa Red Bull, Danone e Fastweb.

Ian Talamé, responsabile Audience Intelligence & Paid Campaigns dell’azienda produttrice di bevande energetiche, ha spiegato come, ricorrendo alle soluzioni della piattaforma, Red Bull sia riuscita a migliorare il bounce rate e la qualità del traffico sul sito redbull.com: «Nel 2014, producevamo molti contenuti e avevamo il bisogno di distribuirli in maniera ottimale e quanto più possibile automatizzata. Motivo per cui ci siamo affidati a Outbrain e alla soluzione della content recommendation, con risultati eccellenti e in costante miglioramento in termini di Bounce Rate e di tempo speso in pagina. Ora, grazie alla distribuzione in programmatic e a nuovi format come la video discovery, vogliamo alzare ulteriormente l’asticella».

Guarda la videointervista a Ian Talamé, responsabile Audience Intelligence & Paid Campaigns, e a Salvatore di Mari, Digital Marketing & Partnerships Manager di Red Bull, a margine del Native Business Breakfast di Outbrain:

Anche per Danone, rappresentata dalla Head of Digital, Elisabetta Corazza, l’obiettivo principale delle campagne pubblicitarie native messe in campo è stato migliorare il traffico qualificato sui siti proprietari: «Siamo riusciti a diminuire il bounce rate aumentando al contempo il tempo medio passato sui siti e i clic. È però necessario che questo genere di attività sia portato avanti con costanza e precisione», ha sottolineato Corazza soffermandosi poi sul caso del progetto realizzato per il marchio Danacol.

Guarda la videointervista a Elisabetta Corazza, Head of Digital di Danone, a margine del Native Business Breakfast di Outbrain:

È stato poi il turno di Salvatore Micari e Enrico Buzzetti, Digital Marketing Professional di Fastweb, che hanno spiegato come l’azienda telco si sia rivolta alla piattaforma adtech per portare traffico a una landing page e alla scheda prodotto dell’offerta di servizi internet dedicati ai professionisti: «I risultati ottenuti da Outbrain sono stati ben al di sopra della media, per questo abbiamo deciso di continuare a collaborare con loro».

Guarda la videointervista a Salvatore Micari e a Enrico Buzzetti, Digital Marketing Professional di Fastweb, a margine del Native Business Breakfast di Outbrain:

Il Native Business Breakfast è stato organizzato da Outbrain per creare un momento di confronto e condivisione tra gli operatori del mercato, da qui l’invito di Sebastiano Cappa, Managing Director per l’Italia di Outbrain, rivolto alle aziende, clienti e non solo, affinché instaurino un dialogo costante con la piattaforma di pubblicità nativa: «La fusione con Ligatus ci permetterà di portare ancora più valore e sinergia ai nostri partner. In Italia, ora possiamo contare su una reach superiore a quella delle maggiori piattaforme OTT e su una squadra di lavoro raddoppiata; in questo senso, saranno proprio le persone a fare la differenza: saremo sempre di più in contatto con i marchi. L’innovazione, parallelamente, ci permetterà di migliorare i nostri risultati e sfruttare con più efficacia le competenze e gli strumenti a nostra disposizione».

L’evento, il cui successo è stato testimoniato dalla grande partecipazione del pubblico, è stato organizzato da Antonella Bucci, Marketing Manager per Spagna e Italia di Outbrain.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.