• Programmatic
  • Engage conference

21/06/2017
di Lorenzo Mosciatti

Oltre 250.000 presenze agli I-Days 2017 organizzati da Access

Tra i brand partner dell'evento figurano Jeep, Intesa Sanpaolo, Sky, Coca-Cola, Haribo, LG Tim, Pringles, Rizla e Marley, e Bic.

monza-i-days-2017.gif

Sono state oltre 250.000 le presenze agli I-Days 2017, la rassegna che ha portato in Italia alcuni dei protagonisti della musica internazionale. Grazie a un cast artistico d’eccezione, il pubblico ha partecipato alle quattro giornate di musica e intrattenimento nella cornice del parco di Monza, con un picco che supera le 80.000 presenze nella serata di sabato 17 giugno, sulle note di Sum 41, Blink 182 e Linkin Park. Giovedì 15 il palco si è acceso con l’energia dei Rancid e dei Green Day, che hanno travolto e intrattenuto il pubblico con uno show straordinario e ricco di sorprese; venerdì 16, invece, è stata la volta dei Radiohead, che hanno festeggiato il 20esimo anniversario di “Ok Computer”, l’album di svolta del gruppo, con una scaletta rresa memorabile dall’encore finale di Creep e Karmapolice. Il sold out è stato registrato sabato 17 grazie a Sum 41, Blink 182 e Linkin Park, che hanno infiammato il palco con i loro più grandi successi. A chiusura dei quattro giorni di musica, domenica 18 ha visto tra i protagonisti i generi musicali pop ed electronic dance music, con artisti come Bastille, Martin Garrix e Justin Bieber. All’interno del parco di Monza, nel Village di I-Days, hanno trovato spazio anche aree dedicate al food&beverage, all’entertainment e ai brand partner dell’evento, tra cui Jeep, Intesa Sanpaolo, Sky, Coca-Cola, Haribo, LG Tim, Pringles, Rizla, Marley e e Bic. Davide-Bertagnon-Ok Il festival porta la firma di Indipendente Concerti, in collaborazione con Access, la unit di Live Communication & Events di GroupM, Areaconcerti e Fabrique. "Siamo orgogliosi di aver contribuito in maniera determinante a riportare in Italia un festival rock e pop degno delle più grandi rassegne musicali mondiali”, commenta Davide Bertagnon, Managing Director di Access. “Il cast e gli artisti principali presenti in questi quattro giorni testimoniano l’assoluto livello raggiunto e la risposta e la presenza del pubblico sono stati i primi indicatori di successo. Ringraziamo anche le aziende sponsor che ci hanno seguito e dato fiducia in questa sfida in maniera decisiva. Concludiamo la manifestazione con l’immagine di tutto il pubblico presente che ha animato gli I-Days in maniera festosa e positiva. Appuntamento al 2018!”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI