• Programmatic
  • Engage conference

17/10/2018
di Alessandra La Rosa

Ribrain a Engage Conference 2018: «Contenuti di qualità e multicanali, ecco la ricetta per fare emergere i brand»

Dal palco di Engage Conference, il co-founder della digital agency ci ha spiegato perché, oggi, il contenuto è un valido strumento di comunicazione per le aziende

Michele Riccio

Michele Riccio

Cosa si intende letteralmente per “contenuto”? Qual è la storia di questo termine e del suo legame con il mondo pubblicitario? A queste domande ha provato a dare una risposta dal palco di Engage Conference Michele Riccio, Co-founder di Ribrain. «Il concetto di contenuto è particolarmente antico, così come quello di storytelling, basta pensare ai menestrelli o “cantastorie” di secoli fa. A un certo punto poi, naturalmente, il contenuto si è unito alla pubblicità e al marketing, e oggi quello del branded content è un mondo in evoluzione, che si alimenta non solo dall’alto ma anche dal basso, tramite lo user generated content o i social network». Questa molteplicità di “sorgenti” fa sì che la produzione di contenuti digitali, oggi, sia tantissima. Qual è allora il modo migliore, per le aziende, di emergere con la loro comunicazione? «Oggi l’utente è bombardato di contenuti, e perché un contenuto riesca a attirare l’attenzione del consumatore, sono necessarie due cose: innanzitutto che il contenuto sia di qualità, e poi che sia veicolato in logica multicanale, ovviamente in maniera coerente nei vari “luoghi”». E proprio il concetto “multicanalità” è al centro del posizionamento di Ribrain: «La nostra offerta integra il web marketing con l’advertising e il branded content, riuscendo così a offrire una visione realmente integrata, capace di adattarsi ai dinamici comportanti di consumo mediale degli utenti e di soddisfare le esigenze dei clienti con il raggiungimento di risultati concreti».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI