Diennea sponsor unico della preview del Festival del Fundraising

L’evento è in programma giovedì 7 marzo a Roma all’AIL Onlus e venerdì 8 a Milano presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

di Lorenzo Mosciatti
04 marzo 2019
Diennea-PFF-ok

Diennea, realtà italiana leader nel Digital Marketing, sarà sponsor unico della preview del Festival del Fundraising, l’appuntamento gratuito organizzato dall’Associazione Festival del Fundraising suddiviso in due giornate: giovedì 7 marzo a Roma all’AIL Onlus e venerdì 8 a Milano presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Gli eventi saranno un’occasione di formazione e networking, con l’obiettivo di raccontare cosa significa fare fundraising oggi, oltre che presentare il programma della 12esima edizione del Festival del Fundraising, il più grande evento italiano dedicato al tema della raccolta fondi che si terrà dal 15 al 17 maggio 2019 a Lazise (Verona) e dove Diennea sarà nuovamente presente con uno speech sui progetti di Digital Marketing di successo realizzati per realtà di primo piano del settore. Da diversi anni, infatti, l’azienda applica anche in questo settore la sua expertise realizzando strategie di Digital Marketing Multichannel e Marketing Automation per organizzazioni come Fondazione Telethon, Unchr, Unicef, We World, Medici Senza Frontiere, Banco Alimentare e Oxfam.

“Oggi il digital marketing rappresenta per il no profit lo strumento ideale per raggiungere un pubblico sempre più vasto di sostenitori e attrarre personale per le organizzazioni, sensibilizzando e creando consapevolezza sui temi e informando sulle attività e i risultati conseguiti”, commenta Galizio De Galitiis, Chief Marketing Officer di Diennea. “Lo sviluppo di progetti di Marketing Automation consente di automatizzare e personalizzare i flussi di comunicazioni e le azioni verso i donatori, ottimizzando le performance e i risultati delle attività di fundraising e massimizzando il valore degli investimenti di Marketing. A monte deve sempre esserci una strategia incentrata sulla creazione di esperienze uniche per ciascun individuo, in grado di attrarre, tramite più canali e touchpoint, il pubblico dei donatori”.

Lo scopo primario di una campagna di fundraising è naturalmente quello di intercettare nuovi contatti potenzialmente interessati alle proprie attività, coinvolgerli per riuscire a portarli a sostenere con una donazione il proprio operato e infine attivare un processo di upgrade da one-off a regular. Un percorso non immediato, realizzabile attraverso campagne di lead generation per acquisire il contatto, nurturing per fidelizzarlo e coinvolgerlo in un processo donativo.

Il donatore nel suo Donor Journey, ossia il percorso che compie durante la relazione con l’ente no-profit, si muove attraverso diversi step e ognuno di essi richiede una differente azione. In questo caso, la Marketing Automation rappresenta il vettore più efficace poiché permette di ottimizzare tutte le fasi, dalla Reach alla Loyalty, e di inviare al donatore solo comunicazioni mirate e personalizzate in base ai suoi interessi, così da valorizzarlo e migliorare l’esperienza della donazione.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.