Ciaopeople svela cosa c’è dietro il rapporto tra giornalismo e pubblicità

Intervenuti all’evento Huddle di Minshare, Francesco Piccinini, Direttore Responsabile di Fanpage.it, e Giorgio Mennella, Advertising Director del Gruppo hanno spiegato quanto sia importante il dialogo tra questi due mondi

di Cosimo Vestito
26 novembre 2019
Da sinistra, Francesco Piccinini e Giorgio Mennella
Da sinistra, Francesco Piccinini e Giorgio Mennella

Cosa c’è dietro il rapporto tra redazione giornalistica e reparto pubblicitario? A questa domanda hanno cercato di rispondere Francesco Piccinini, Direttore Responsabile di Fanpage.it, e Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople, in un incontro svoltosi oggi ad Huddle, l’evento di Mindshare e svoltosi oggi a Milano.

Raccontando aneddoti personali ed esperienze professionali, Piccinini e Mennella hanno spiegato quanto sia importante il dialogo tra queste due sfere per costruire un prodotto editoriale autorevole e allo stesso tempo sostenibile.

«La pubblicità è lo strumento indispensabile che ci permette di fare quello che facciamo. Non siamo ossessionati dall’utile, perché ogni euro che guadagniamo è reinvestito nella produzione di contenuti di qualità. Vogliamo lasciare il segno nel mondo dell’informazione lavorando in totale autonomia, senza condizionamenti di sorta», ha dichiarato Mennella.

«In termini di traffico, ci sono ormai pochi milioni di utenti che ci separano dai principali quotidiani nazionali. Un tempo avrei desiderato raggiungere la cima delle classifiche Audiweb ma ora la penso diversamente: la nostra priorità ora è essere influenti e liberi all’interno del panorama giornalistico italiano», ha aggiunto Piccinini.

Ma gli editori oggi, per avere successo, devono necessariamente padroneggiare gli strumenti offerti dal digitale ed essere in grado di affrontare le sfide che l’online impone quotidianamente: «Ciaopeople ha il grande pregio di essere nata come tech company e quindi di aver puntato moltissimo nella tecnologia, investendo prima nello sviluppo informatico e poi nella creazione di una comunità social fidelizzata e attiva. In questo ecosistema è poi stato facile inserire il contenuto, ossia Fanpage», ha spiegato Mennella.

Il confronto tra l’Advertising Director di Ciaopeople e il Direttore Responsabile di Fanpage.it si è poi concluso con una riflessione sul futuro del giornalismo e dell’informazione. Un futuro sicuramente irto di difficoltà che potranno essere superate solo se i gruppi editoriali si concentreranno sulla loro missione principale: «L’asset degli editori è uno e uno soltanto: il contenuto. Si tratta di un un elemento non replicabile e non demandabile all’automazione, e che dovrà quindi essere cardine di qualsiasi piano di sviluppo», ha sottolineato Mennella.

«Il problema di molti operatori di oggi è che non mettono al centro il prodotto. Per costruire un prodotto editoriale di qualità è sostenibile non bisogna ridurre i costi ma fare investimenti e impegnarsi sempre di più», ha concluso Piccinini.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.