Cannes Lions 2019: il Grand Prix Film va a Droga5. Un Argento a Publicis/Heineken

Il massimo premio del Festival ai cinque spot realizzati dall’agenzia per il New York Times, sul tema del giornalismo di qualità. L’Italia chiude con 13 premi in tutto

di Alessandra La Rosa
22 giugno 2019
cannes-lions-ny-times

Si chiude, con l’assegnazione dei Film Lions, i premi ai migliori spot pubblicitari, la 66esima edizione del Festival della Creatività Internazionale di Cannes.

A vincere il Grand Prix quest’anno è stata Droga5, celebre agenzia statunitense recentemente acquisita da Accenture, con la sua campagna “The Truth Is Worth It” per il New York Times.

Il lavoro ha ottenuto cinque statuine per i suoi cinque soggetti “Rigor”, “Perseverance”, “Courage”, “Resolve” e “Fearlessness”. Cinque filmati da 60″ che raccontano cinque caratteristiche necessarie per un giornalismo libero e di qualità. In un momento in cui la professione del giornalista è messa in discussione dalla diffusione delle fake news, il New York Times sottolinea lo sforzo compiuto dai suoi giornalisti per garantire ai lettori la verità dei fatti, una verità spesso difficile da raggiungere, per cui però “vale sempre la pena” impegnarsi a fondo, con rigore, perseveranza, coraggio, determinazione e senza paura.

Un messaggio che viene reso negli spot facendoci entrare, con gli occhi e con le orecchie, nel lavoro di creazione di un articolo: le immagini e l’audio mostrano il lavoro di ricerca e indagine dei giornalisti, e il racconto della creazione dell’inchiesta è simbolicamente rappresentato da un alternarsi di parole scritte in sovra impressione, che alla fine, dopo cancellazioni e riscritture, diventano il titolo definitivo dell’articolo del quotidiano, con tanto di firma e data di pubblicazione.

Film Lions, un Argento all’Italia

La premiazione della categoria Film ha regalato un’ultima statuetta alla creatività italiana, andata allo spot “Unmissable” di Publicis Italy per Heineken, che racconta ironicamente come, quando si segue una partita, può capitare di perdersi il momento “imperdibile” perché, proprio in quell’attimo, si viene distratti da una telefonata della mamma, dall’arrivo dell’amico ritardatario o dal fattorino che consegna la pizza. Lo spot vede la partecipazione del campione italiano Andrea Pirlo.

Niente da fare, invece, nei Sustainable Development Goals, dove l’Italia era in finale con “Linkmetoo – LinkedIn Content Platform” di McCann Milano per A.S.IT.O.I. Onlus.

L’Italia porta così a casa 13 premi (un Oro, 8 Argenti e 4 Bronzi), un bilancio sicuramente meno positivo di quello dello scorso anno, quando le statuette vinte erano state 21.

I Grand Prix di venerdì

Nella serata di venerdì, oltre al Grand Prix Film, sono stati assegnati anche i premi di altre categorie. In Sustainable Development Goals, ha vinto l’Australia, con la campagna “The Lion’s Share” di Clemenger BBDO Melbourne / Finch Melbourne per Mars; in Glass: The Lion For Change ha vinto la Polonia, con “The Last Ever Issue” di VMLY&R Poland per Gazeta.pl/Mastercard/BNP Paribas; in Titanium hanno vinto gli USA con “The Whopper Detour” di FCB NY per Burger King.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.