Cannes 2014 / Marissa Mayer
e la svolta Native di Yahoo

Il ceo del colosso di Sunnyvale è intervenuta al Festival della Creatività con uno speech dedicato alla Pubblicità Nativa. Intanto, sul network sono arrivati gli Sponsored Post di Tumblr, scelti da 4 inserzionisti “top”

di Alessandra La Rosa
18 giugno 2014
marissa mayer cannes 2014
Foto: Getty Images

Il Native Advertising ha una nuova paladina: Marissa Mayer, ceo di Yahoo, che ne ha sottolineato le virtù dall’alto di un palco particolarmente prestigioso: quello del Festival della Creatività di Cannes.

Intervenuta sulla Croisette per uno speech dal titolo “On Users, Brands and Creativity”, il ceo di Yahoo ha affermato che bisogna smettere di nutrire preoccupazioni sul Native Advertising, e piuttosto riconoscere in esso una inevitabile, e altamente efficace, forma di marketing digitale.

«Attualmente resiste l’immagine di Internet con il contenuto al centro e i banner tutto attorno», ha detto Mayer alla platea. Nessun diretto rimprovero alla visione “tradizionale”, cara anche a molti pubblicitari, ma il senso del discorso, suffragato dalla spiegazione dei successi di Yahoo con la sua offerta di advertising nativo, è chiaro: il Native è più efficace, soprattutto con determinati target, Millennials in primis. Concetto corroborato anche da una serie di dati forniti dal ceo: gli utenti di un annuncio native sono 3,6 volte più propensi a fare una ricerca su un brand rispetto agli utenti di un tradizionale annuncio display, e sei volte più propensi a fare una ricerca correlata alla campagna. Inoltre, il 46% dei millennials sottoposti a un branded content hanno detto di averlo fruito completamente, e un terzo di questi millennials lo hanno anche condiviso.

L’offerta Native di Yahoo comprende due opzioni: image ads e stream ads, che il network descrive come unità pubblicitarie naturalmente amalgamate con il flusso di contenuti visualizzati dagli utenti.

Naturalmente, non è un caso che Marissa Mayer abbia scelto proprio l’argomento del Native per il suo speech alla Croisette. Proprio in questi giorni, infatti, da Sunnyvale è arrivata la notizia che gli Sponsored Post “nativi” di Tumblr sono ora disponibili sulle property di Yahoo, ad esempio sui canali Yahoo Beauty e Yahoo Tech, dove gli annunci Tumblr verranno rappresentati come contenuti sponsorizzati (molto fotografici) posizionati accanto alle news o ad altri post. I primi inserzionisti sono Lipton, Tide (Procter & Gamble), The Hunger Games: Mockingjay — Part 1″ di Lionsgate “e Toyota Lexus.

Un modo interessante di recuperare il miliardo di dollari speso a maggio del 2013 per l’acquisto del social network. «Quando abbiamo acquisito Tumblr un anno fa – ha spiegato Mayer al pubblico di Cannes – vedevamo quello che tutti vedevano in questo social network, una ineguagliabile piattaforma per chi ama creare e produrre contenuti. Ma non solo: ci vedevamo anche una grande piattaforma per i brand». E infatti. E forse, non a caso, Marissa ha scelto proprio il Festival della Creatività di Cannes, che questa settimana ha chiamato a raccolta sulla Croisette non solo i pubblicitari ma anche moltissime aziende top spender, per illustrare uno dei principali asset pubblicitari di Yahoo.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.