Al Wired Next Fest 2014 record di presenze: 87 mila per la tre giorni

In concomitanza dell’evento – quest’anno concepito e diretto dal direttore della testata Massimo Russo – Wired.it ha registrato 350 mila utenti unici, mentre l’hashtag “#wnf14” ha ricevuto oltre 10mila tweet.

di Roberta Simeoni
19 maggio 2014
Wired Next Fest - Milano

Si è conclusa con successo, soprattutto di pubblico, la seconda edizione del Wired Next Fest. La manifestazione, che nel 2013 ha fatto registrare oltre 30 mila visitatori, ha raggiunto quota 87mila presenze totali, stabilendo un nuovo recordo. In 55mila sono passati sotto la grande X del Wired Next Fest durante le tre giornate, 7mila le presenze al Live musicale della prima serata e ben 25mila al concerto del grande Giorgio Moroder.

Nei 3 giorni, sono stati invece 350mila gli utenti unici su Wired.it che hanno vissuto e partecipato all’evento (di cui 35mila hanno seguito l’evento in streaming). L’hashtag “wnf14” ha ricevuto oltre 10mila tweet, entrando nei Twitter Trend dopo solo poche ore dall’inizio del Fest.

L’appuntamento, da venerdì 16 a domenica 18 maggio ai giardini Indro Montanelli di Milano, ha presentato un ricco palinsesto all’insegna del Remixing Italy tutto giocato su tre parole chiave: velocità, visibilità e leggerezza, per raccontare e vivere l’innovazione nella conoscenza, nell’economia, nell’intrattenimento, nella cultura. Grazie alla partecipazione di speaker di rilievo nazionale e internazionale e all’utilizzo di molteplici linguaggi, Milano si è trasformata per il fine settimana nel luna park della scienza e della tecnologia: parco, Planetario e Museo Civico di Storia Naturale hanno ospitato oltre cento relatori e più di cento attività, tra performance artistiche, laboratori di stampa 3D, droni, workshop per tutte le età.

Massimo Russo

Concepito e diretto quest’anno da Massimo Russo – direttore della testata che ha innovazione e tecnologia nel proprio Dna – prodotto in collaborazione con Codice-Idee per la cultura e con Elita per la parte dedicata all’intrattenimento musicale, il Wired Next Fest ha offerto contenuti d’eccellenza con un format accattivante, fresco e molto televisivo, mirato al coinvolgimento di un ampio pubblico, non solo di appassionati alle nuove tecnologie, ma anche di curiosi e interessati, incluse le famiglie e giovani studenti.

Numerosi i personaggi che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico nelle diverse location dell’evento: da Andrea Agnelli a Gigi Buffon, da J-Ax a Fedez, e ancora da Bruce Sterling a Elio e Rocco Tanica, da Luca Parmitano a Davide Oldani e Heinz Beck, da Gabriele Salvatores a Stephen Attenborough Giorgio Moroder,  e tanti altri.

L’evento è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Milano, in partnership con EXPO Milano 2015 e con la partecipazione della Regione Lombardia – Assessorato all’Agricoltura.

Nei loro dome i main partner del festival – AudiHello bank! by BNLGruppo BNP Paribas, Enel e Vodafone – hanno mostrato tutto il meglio delle loro tecnologie e delle loro innovazioni. Altri partner presenti sono stati: Google e SisalPay. Partner tecnici dell’evento sono stati invece Autogrill, Calligaris, Italo, Lauretana, Lindt, Piano B, Puma, Timor&Sanz – Freedomes.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.