• Programmatic
  • Engage conference

11/07/2014
di Lorenzo Mosciatti

Online adv: l'Italia nella top ten europea per ritmo di crescita

Secondo l'AdEx Benchmark Report, il valore della pubblicità digitale nel nostro Paese ha guadagnato 13,3 punti percentuali, un valore superiore alla media continentale del +11%. Mobile e social media trainano il comparto

Nonostante l’economia ferma, in Italia l’advertising online continua a crescere, a ritmi superiori rispetto alla media europea. Lo scorso anno, stando al nuovo AdEx Benchmark Report di Iab Europe, la pubblicità digitale è cresciuta del 13,3% nel nostro Paese, dato che ci colloca nella top-ten europea per ritmo di crescita. L'AdEx Benchmark Report, realizzato dal 2006 da IAB Europe e IHS Technology, è il più completo studio sullo stato e le prospettive della pubblicità nell'intero continente europeo. Il volume complessivo del mercato, secondo il rapporto, nel 2013 ha raggiunto il massimo storico di 27,3 miliardi di euro con una crescita dell’11%. In un contesto di crescita generalizzata, il comparto mostra situazioni diversificate. Tra i Paesi che lo scorso anno si sono distinti per dinamicità ci sono mercati dal grande potenziale non ancora del tutto espresso, come Russia e Turchia, ma anche Paesi dove il digital è già da tempo media maturo, ma evidentemente ancora non del tutto saturato, come il Regno Unito. L'Italia, che può essere considerata una "terra di mezzo" tra le due situazioni, si colloca comunque nel "club" dei dieci Paesi a più rapida crescita. Ecco la top ten dei Paesi dove l’advertising online è cresciuto di più lo scorso anno secondo l'AdEx Benchmark Report:

  1. Russia – 26.8%
  2. Turkey – 24.3%
  3. Slovakia – 17.3%
  4. UK – 16.2%
  5. Hungary – 16.0%
  6. Austria – 15.7%
  7. Norway – 14.7%
  8. Serbia – 13.4%
  9. Italy - 13.3%
  10. Romania – 13.0%
  Sugli scudi la Display adv, i cui volumi avanzano di 14,9 punti percentuali in un anno, trainata da social media e mobile. Nel 2013, per la prima volta, il mobile rappresenta una proporzione a due cifre del mercato display arrivando alla quota dell'11,8%, secondo la ricerca.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI