• Programmatic
  • Engage conference

05/06/2019
di Lorenzo Mosciatti

Il mercato entertainment & media è in crescita ed è sempre più personalizzato

Lo mette in luce il rapporto “Global Entertainment&Media Outlook 2019-2023” di PwC

pwc-copertina.jpg

Futuro roseo per il mercato dell’entertainment e del media secondo il rapporto “Global Entertainment&Media Outlook 2019-2023” di PwC. Complice lo sviluppo del digitale, il comparto è cresciuto molto negli ultimi 5 anni e, alla luce delle potenzialità offerte dall’intelligenza artificiale e dal 5G, le prospettive sono ancora positive. Lo studio, giunto alla 20esima edizione, rappresenta un'analisi complessiva circa l'evoluzione della spesa nel settore, basata sui dati storici degli ultimi 5 anni e sulle previsioni per il successivo quinquennio successivo. Le previsioni al 2023 riguardano in particolare l'andamento in 53 paesi dei 13 principali segmenti: libri, business-to-business, cinema, data consumption, accesso ad internet, pubblicità online, musica, radio e podcast, quotidiani e periodici, pubblicità out-of-home, ott video, televisione tradizionale e home video, pubblicità televisiva, videogames, e-sports e realtà virtuale. Dal rapporto emerge che nel 2023 il mercato entertainment & media mondiale varrà 2.602 miliardi di dollari statunitensi rispetto ai 2.111 miliardi del 2018 con una cagr del 4,3%. La Cina diventerà inoltre il primo mercato del settore raggiungendo gli 84 miliardi di dollari (con una car del 7,7%) e scalzando così dal primo posto in classifica gli Statu Uniti (71 miliardi di dollari e cagr del 2,5%). Secondo la nuova edizione dello studio PwC, intitolato non a caso "Now it's getting personal”, l’offerta dei settori dell’intrattenimento e del media tenderà ad essere via via sempre più personalizzata. I consumatori apprezzano infatti esperienze multimediali customizzate alle loro necessità e le aziende stanno sviluppando offerte e modelli di business per rispondere a questa tendenza. In un momento di profondo cambiamento, le aziende fanno leva su dati e modelli di consumo per indirizzare i propri prodotti non ad un’audience composta da miliardi di persone, bensì a miliardi di singoli individui. Il risultato è un mondo in cui i consumatori accedono a contenuti multimediali tramite una gamma più estesa di dispositivi intelligenti, personalizzano la propria selezione di canali tramite servizi ott e utilizzano sempre di più contenuti multimediali sfruttando le smart home e le auto connesse. Guardando indietro all'ultimo quinquennio, il mercato ha mostrato importanti tassi di espansione, favorito soprattutto dallo sviluppo del digitale. Nel 2018 ha rappresentato infatti il 53,1% dei ricavi nel mercato entertainment & media globale e si prevede che continuerà a rappresentare una quota prevalente delle entrate totali anche nel futuro, raggiungendo il 61,6% nel 2023.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI