• Programmatic
  • Engage conference

30/07/2019
di engage

Go tv, la pubblicità cresce del 5,8% nel primo semestre 2019

Angelo Sajeva, FCP-Assogotv: «Dati che comprovano il ruolo del mezzo per la copertura del target meno esposti alla tv tradizionale»

Primo semestre positivo per la raccolta pubblicitaria della Go tv, ovvero i circuiti televisivi situati negli ambienti del trasporto pubblico. I dati relativi, raccolti dall'Osservatorio FCP-Assogotv (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità), evidenziano per il periodo Gennaio-Giugno 2019 un fatturato totale di 10 milioni 539 mila euro, con un incremento pari a 5,8% rispetto al corrispettivo 2018. Angelo Sajeva, presidente FCP-Assogotv, sottoliena l'andamento vivace del mezzo, in controtendenza rispetto al totale mercato: «con un fatturato superiore ai 10 milioni di euro, la Go tv è tra i media top performer per crescita con un +5,8% nei primi sei mesi del 2019 che fa seguito alla straordinaria crescita del 2018 pari al +16,1% nel totale anno e al +17,6% nei primi sei mesi 2018». «È così comprovato - continua Sajeva - il consolidamento nella videostrategy dei tre player di mercato (Grandi Stazioni, Telesia e Vidion) per la copertura dei target meno esposti alla tv tradizionale; i key client della Go tv hanno tutti rinnovato nel 2019 con investimenti in crescita, quasi il 40,0% del totale clienti pianifica almeno tre settimane e circa il 20,0% oltre quattro settimane, avvalorando il contributo della Go tv alla continuità dei piani di comunicazione». Nel dettaglio, il pharma diventa il primo settore per investimento (dal terzo posto), gli alimentari il secondo (dal quarto); se agli alimentari aggiungiamo la distribuzione, insieme conquistano la pole position. «Con soddisfazione rileviamo l’importante crescita dell’automotive sulla Go tv (+27,0%), in controtendenza rispetto alla performance sul totale mercato, grazie alla presenza dei top brand e al contributo fondamentale del programmatic», conclude Sajeva.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI