• Programmatic
  • Engage conference

29/08/2018
di Rosa Guerrieri

Email marketing, come affronteranno i brand il Back to school? La stima di Emailing Network

Quanto investiranno in comunicazione le aziende? Quale sarà il traffico stimato per le campagne, e quanto peserà su di esso il mobile? La società prova a fare una previsione

back-2-school-emailing-network.jpg

In occasioni come il back to school, l'email marketing si rivela un canale di comunicazione efficace. Lo conferma uno studio di Emailing Network, che ha reso noti gli investimenti effettuati dai clienti della società in Italia, Spagna, Francia e UK nel 2017 aggiungendo una stima su quelli che potrebbero essere gli sviluppi del settore per quest'anno. In particolare, nel 2017 un totale di 157 inserzionisti ha dedicato al “ritorno a scuola” budget ed azioni specifiche, ed il traffico realizzato dall’editore per gli stessi ha superato nei quattro mercati 2,2 milioni di visite nelle sole 3 settimane precedenti all’inizio delle lezioni. Di questo traffico, il 54,9% è stato registrato da dispositivi mobili, una tendenza che sta guadagnando sempre maggiore importanza in una società sempre più dipendente dagli smartphone. Il traffico medio generato per cliente da tali annunci è stato di 14.038 visite. In totale, la società nel 2017 ha generato oltre 760 mila euro di fatturato direttamente imputabili a queste campagne a cavallo tra la fine di agosto e l’inizio di settembre dello scorso anno. Ma quali sono i numeri previsti per questo 2018? Secondo Emailing Network la tendenza sarà quella di una crescita. La società spagnola specializzata in email marketing e CRM ha infatti calcolato che il numero di inserzionisti che nel 2018 investiranno in questo tipo di comunicazione toccherà quota 173, il 10,2% in più rispetto al 2017. La società stima inoltre che il traffico generato crescerà più che proporzionalmente, grazie anche all’aumento continuo della reach, superando i 2,7 milioni di visite, il 26,9% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sul mobile il traffico aumenterà del 4,5%, raggiungendo uno share del 57,4% rispetto al 54,9% del 2017. Mentre il traffico medio stimato per cliente in queste 3 settimane crescerà del 15,1%, arrivando a 16.161 visite. Per quanto concerne il giro d’affari, la società prevede un passaggio dai 760.376,90 euro registrati nel 2017 agli 1.012.122,68 euro nel 2018, il che implicherebbe un aumento del 33,1%, rafforzando il trend crescente degli investimenti per il ritorno a scuola.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI