• Programmatic
  • Engage conference

08/10/2018
di Cosimo Vestito

Per le aziende che ottimizzano il budget pubblicitario profitti per 45 miliardi di dollari. Lo dice Ebiquity

Secondo una ricerca condotta dalla società guidata da Michael Karg, lo stanziamento ottimizzato di risorse per i canali comunicativi porta notevoli vantaggi per gli inserzionisti

expressions-reforme-de-taxe-dhabitation-venissieux-perdrait-96-millions-deuros-2020-budget.jpg

Una ricerca di Ebiquity ha rilevato che una migliore allocazione degli investimenti in marketing potrebbe portare ogni anno circa 45 miliardi di dollari di profitto per i marchi a livello globale. Si tratta di una prima stima delle possibilità di profitto come diretta conseguenza di uno stanziamento di risorse ottimizzato per i canali comunicativi. Nel dettaglio, lo studio ha confrontato la spesa con i dati di allocazione per stimare come i marketer potrebbero distribuire i loro budget pubblicitari in modo più efficiente per incrementare della profittabilità, con un conseguente miglioramento del ritorno sull'investimento. Ebiquity ha preso in esame circa 2.500 campagne in tre anni e, successivamente, ha portato lo studio a livello regionale al fine di costruire un risultato globale. L'attenzione si è concentrata su canali sui quali è stato possibile studiare l'impatto del profitto su differenti livelli di spesa, analizzando gli investimenti media totali che rappresentavano circa 375 miliardi di dollari della spesa pubblicitaria globale, ovvero il 76% del mercato pubblicitario totale. Se la stessa spesa fosse stata ottimizzata in base ai contributi del ROI di ciascun canale, avrebbe generato ulteriori 45 miliardi di profitti globali per i marchi. “Con il proliferare di media, contenuti e opzioni di customer experience, i marchi hanno fondamentalmente bisogno di sapere cosa funziona per loro e cosa invece no. Questo studio è un importante promemoria sul fatto che le spese di marketing hanno ancora un impatto positivo sui costi di gestione e dovrebbero essere considerate come un investimento, non come un costo", ha dichiarato Michael Karg, Amministratore delegato di Ebiquity.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI