Pubblicità online, in USA è sorpasso. Internet primo media davanti alla tv

Secondo i dati IAB, l’advertising digitale nel 2013 ha raggiunto i 42,8 miliardi di dollari contro i 40,1 della tv. “Rising star” del mercato è il mobile, che supera i 7 miliardi di raccolta (+110% in un anno)

di Simone Freddi
11 aprile 2014
Advertising

Grazie a una crescita annua del 17%, nel 2013 gli investimenti in pubblicità digitale negli Stati hanno superato per la prima volta quelli in pubblicità televisiva, secondo i nuovi dati dell’Interactive Advertising Bureau, elaborati da PwC Usa.

L’associazione ha comunicato che la raccolta su internet ha raggiunto i 42,8 miliardi di dollari, un totale superiore ai 40,1 miliardi di dollari realizzati dalla tv. Il tasso di crescita più alto, ha precisato IAB, è stato registrato sul mobile (+110%).

«La notizia che l’adv interattiva ha superato quella televisiva non dovrebbe costituire una sorpresa» ha commentato Randall Rothenberg, presidente e ceo di IAB, aggiungendo: “Ciò dimostra quanto gli schermi digitali siano capaci di raggiungere e coinvolgere l’audience”.

Per il terzo anno consecutivo, nel 2013 la pubblicità su mobile ha messo a segno una crescita a tre cifre anno su anno, raggiungendo il totale di 7,1 miliardi dollari (una cifra non molto distante dal valore dell’intero mercato pubblicitario italiano, ndr). Smartphone e tablet hanno nel 2013 hanno generato il 17% dei ricavi pubblicitari digitali, rispetto al 9% del 2012 .

Riguardo alla performance dei nuovi device, Rothenberg ha sottolineato come la “crescita impressionante del mobile” rifletta il ruolo fondamentale che gli schermi digitali più piccoli giocano nella vita quotidiana dei consumatori. Il numero uno di IAB ha però anche rilevato la loro “importanza decisiva per le campagne cross-screen”.

Per quanto riguarda la Display, il dato ha fatto registrare una crescita del 7%, portando il totale a 12,8 miliardi dollari, pari al 30% del fatturato pubblicitario digitale annuo. Cresce di più il video (+19%), per un totale di 2,8 miliardi di dollari.

La fetta maggiore del mercato (43% del totale), è però detenuta dalla search, in aumento del 9% per un totale di 18,4 miliardi di dollari.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.