Nielsen: pubblicità a +3,8% nel primo trimestre

Per il mercato pubblicitario si conferma l’andamento positivo di questa prima parte del 2016. Il presidente dell’UPA Sassoli: «fiducia delle aziende verso il Paese, confermiamo la previsione di chiusura a fine anno al di sopra del 3%»

di Simone Freddi
16 maggio 2016
Pubblicita-nielsen

Per il mercato pubblicitario si conferma l’andamento positivo di questa prima parte del 2016: secondo gli ultimi dati resi noti da Nielsen, i primi tre mesi dell’anno si chiudono con una crescita degli investimenti adv del +3,8% rispetto allo stesso periodo del 2015, includendo anche la stima effettuata dall’istituto su social e search.

Senza questa porzione di web, attualmente non monitorata nel dettaglio, la crescita della spesa pubblicitaria risulta comunque positiva di 2,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2015, grazie a un incremento nella raccolta superiore a 35 milioni di euro.

«L’andamento della pubblicità è più positivo del trend macroecomico del Paese», sottolinea Alberto Dal Sasso, TAM e AIS Managing Director di Nielsen. «Sulla base delle stime flash ISTAT sul primo trimestre recentemente diffuse, infatti, la nostra economia ha beneficiato di una crescita dello 0,3%, un incremento flebile ma continuo e, soprattutto, trainato dalla domanda interna, cioè la componente che più interessa a quelle aziende che investono in comunicazione per sostenere i consumi».

La conferma di un ritorno della fiducia da parte delle aziende nella leva pubblicitaria è confermata da Lorenzo Sassoli, presidente dell’UPA, che a margine dell’uscita dei dati del primo trimestre 2016 sugli investimenti pubblicitari ha commentato in una nota: «La pubblicità cresce del 3,8%, tre volte il PIL, a dimostrazione della fiducia che le aziende nutrono verso il Paese. UPA conferma la previsione di chiusura a fine anno al di sopra del 3%»

I mezzi: bene la tv, la stampa continua a soffrire

Relativamente ai singoli mezzi, la tv cresce a marzo del +3,1% e chiude il trimestre a +5.1%.

Rimangono in negativo i quotidiani che chiudono il mese di marzo a -9,6%, consolidando il periodo gennaio – marzo a -4,4%. Il segno è di nuovo negativo anche per i periodici: marzo a -4,3%, trimestre a -4,5%.

Gli investimenti sul mezzo radio restano positivi grazie al singolo mese di marzo in crescita dell’1,6%, che consolida il trimestre a +1,7%.

Internet, relativamente al perimetro attualmente monitorato in dettaglio, registra un incremento dello 0,8% del periodo consolidato e un calo a marzo dell’1,5%. Integrando il dato con le stime desk di Nielsen sull’intero mondo del web advertising (aggiungendo principalmente search e social), il trimestre chiude a +7,8% (marzo a +9,2%).

Buone performance nei primi tre mesi dell’anno per cinema (+16%), outdoor (+13,2) e transit (15,7). In flessione invece l’out of home tv (-2,5%).

Nielsen-Pubblicità-Marzo-2016

I settori: tornano a correre le Telco

Per quanto riguarda i settori merceologici, se ne segnalano 16 in crescita. Per i primi comparti del mercato si registrano andamenti differenti: tornano a crescere le telecomunicazioni (+33,5%) e la distribuzione (+25,5%), a cui si contrappone il calo della finanza (-22,2%). Tra gli altri comparti che contribuiscono alla crescita, si segnalano le buone performance di elettrodomestici (+25,3%) e oggetti personali (+18,9%).

Nielsen-Pubblicità-settori-marzo-2016

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.