FCP: la pubblicità su stampa ancora in calo. A febbraio -15%

Per i periodici la tipologia che registra l’andamento peggiore è la Commerciale nazionale a -20,6% a fatturato. Tra i periodici vanno peggio i mensili: fatturato a -14,9%

di Roberta Simeoni
07 aprile 2014
Pila di Giornali

Prosegue su un terreno negativo l’andamento della raccolta pubblicitaria su stampa. A dirlo sono i dati dell’Osservatorio Stampa FCP relativi al periodo gennaio-febbraio 2014 raffrontati allo stesso periodo del 2013.

Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra in particolare un calo pari al 15%.

 

 

Come riportato chiaramente nella tabella, i quotidiani nel loro complesso registrano un -15,3% a fatturato e un -10,2% a spazio.

Le singole tipologie segnano rispettivamente: Commerciale nazionale -20,6% a fatturato e -10% a spazio; Commerciale locale -16,9% a fatturato e -10,6% a spazio; Di Servizio -3,5% a fatturato e -0,1% a spazio; e la Rubricata -11,8% a fatturato e -15,2% a spazio.

Sul versante periodici, invece, si segnala nel complesso un calo a fatturato del -14,3% a spazio -11,6%.

I Settimanali registrano un andamento negativo a fatturato del -13,8% e a spazio -10,3%. I Mensili hanno percentuali negative a fatturato del -14,9% e spazio -14,1%. Infine, le Altre Periodicità registrano un calo a fatturato del -14,6% e a spazio -6,6%.

Il mezzo insomma soffre ancora, anche in relazione alla sempre più incalzante svolta digitale che si sta imponendo anche sui grandi editori e che in parte compensa questi risultati.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.