La raccolta adv della Radio cala ad aprile: il mese a -2,5%

Fausto Amorese, Presidente FCP-Assoradio: «Oltre ai ponti e alle festività che non hanno agevolato gli investimenti, rileviamo anche un incremento del prezzo medio degli annunci». Il progressivo chiude a -0,4%

di Teresa Nappi
27 maggio 2019
Radio-Generica

Un calo della raccolta pari al -2,5% per il mezzo Radio ad aprile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, una flessione che secondo Fausto Amorese, Presidente dell’Osservatorio FCP-Assoradio, è in parte imputabile alle «numerose festività e ponti, che non hanno certamente agevolato il comparto degli investimenti pubblicitari».

Di fatto il valore degli investimenti sul mezzo ha raggiunto un totale di circa 32 milioni di euro.

«Il mezzo Radio ha contenuto la flessione al -2,5% del fatturato complessivo rilevato dall’Osservatorio FCP-Assoradio. Consideriamo che lo stesso mese era cresciuto di oltre il 19,0% nel 2018», dice ancora Amorese.

«Rileviamo inoltre – aggiunge – un incremento del prezzo medio degli annunci. Il -0,4% del progressivo gennaio-aprile evidenzia nel quadrimestre un risultato migliore del mercato. Ad aprile bene tra i settori Industria/Edilizia/Attività, Abitazione, e Distribuzione a conferma che l’ascolto del mezzo Radio nel tempo libero è di stimolo ai consumi. FCP-Assoradio ha inoltre in progetto nuove iniziative per la valorizzazione della pubblicità sul mezzo Radio».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.