La pubblicità digital a +2% tra gennaio e maggio

A maggio tornano a crescere i ricavi adv su internet delle concessionarie italiane del 2,9%, dopo il calo di aprile

di Caterina Varpi
28 giugno 2019
Italia-Connessa-Audiweb

Andamento positivo per le concessionarie italiane per quanto riguarda la pubblicità digitale nei primi cinque mesi dell’anno, con un aumento dei ricavi del 2%. Dopo un aprile che ha visto le entrate pubblicitarie in calo, maggio segna un incremento del 2,9% rispetto al pari periodo dello scorso anno. Lo rivelano i dati di FCP-Assointernet.

Per quanto riguarda i diversi device, gli smartphone crescono a maggio del 30% mentre le smart tv e le console salgono del 467,3%. In calo i desktop e i tablet del 6,7%.

“Il mercato in questa prima parte dell’anno permane di difficile lettura, causa le note contingenze nazionali e internazionali che influenzano e orientano gli investimenti pubblicitari – commenta il Presidente FCP-Assointernet, Giorgio Galantis. – Il dato rilevato dall’Osservatorio Fcp-Assointernet mostra comunque a maggio una crescita degli investimenti sul web del +2,9% sul 2018, anche grazie alle performance particolarmente positive nel mese di due settori merceologici rilevanti quali automobili ed alimentari. Il dato progressivo si mantiene positivo a +2,0%, con un andamento coerente dei diversi Device e una crescita vicina al 30% della componente Smartphone”.

Clicca sull'immagine per ingrandire
Clicca sull’immagine per ingrandire

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.